Verona, Venturi condannato a 18 mesi e fuori dalla Provincia: le sue deleghe passano di mano

La Prefettura ha accolto così le richieste della Procura che aveva sollecitato l'ufficio a sospendere l'amministratore per il tempo previsto dalla legge Severino. Le sue funzioni riassegnata nei palazzi scaligeri

Da sinistra, l'assessore alle Inrastrutture provinciali Carla De Beni, il presidente della Provincia, Giovanni Miozzi e l'ex vicepresidente, Fabio Venturi

Il presidente Giovanni Miozzi ha firmato mercoledì il decreto per l'attribuzione in Giunta delle deleghe che erano in capo all'ex vicepresidente Fabio Venturi. A quest'ultimo, venerdì scorso, il prefetto di Verona Perla Stancari aveva notificato la sospensione per 18 mesi dalle cariche che rivestiva in Comune (presidenza della Quinta circoscrizione Borgo Roma-Cadidavid) e in Provincia (vicepresidenza, assessorato alle Politiche faunistiche e all'Ambiente). La Prefettura ha accolto così le richieste della Procura che aveva sollecitato l'ufficio a sospendere l'amministratore per il tempo previsto dalla legge Severino, attuabile in caso di condanna, anche se di primo grado. Venturi è stato giudicato colpevole per la rivelazione di segreti d'ufficio nell'ambito del processo a suo carico perchè secondo le accuse avrebbe segnalato un imminente controllo della polizia municipale al titolare di un bar della città. Con lui a processo, e condannato a due anni, anche il neo-eletto sindaco di Torri del benaco, Stefano Nicotra.

LE SUE DELEGHE - In circoscrizione il posto dell'ormai ex presidente è stato assunto ad interim da l vice Alberto Caliari, membro della Lista Tosi. In Provincia Miozzi ha deciso di distribuire le sue deleghe a tre diversi assessori. Marco Ambrosini, oltre alle attuali deleghe di Cultura/Identità Veneta e Beni Ambientali, assumerà la vicepresidenza della Provincia. L'assessore Stefano Marcolini, oltre ad occuparsi di Bilancio, patrimonio ed Edilizia, andrà anche alle Politiche del settore faunistico (caccia e pesca). Infine Ivan Castelletti, oltre alle attuali deleghe dei Rapporti con enti e aziende partecipate, assumerà quella dell'Ambiente.

LA CONDANNA, VENTURI NON CI STA: "SENTENZA POLITICA"

I MAGISTRATI REPLICANO: "SOLO PROVE, NESSUN'ALTRA MOTIVAZIONE"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento