Verona, all'uscita della paninoteca trovano portafoglio con 600 euro: proprietaria rintracciata su Facebook

Cinque 15enni di Bovolone diventano "eroi" per la signora che aveva smarrito il borsello in via Garibaldi. Si sono accorti che non conteneva pochi spicci ma una piccola fortuna. Il gesto arriva in Regione. Zaia: "Grande qualità umana"

“Questi ragazzi, con il loro comportamento di alto senso civico, incarnano il simbolo della qualità umana di tanti giovani veneti”. Con queste parole, il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, commenta il gesto compiuto da un gruppo di 15enni di Bovolone, che hanno riconsegnato 600 euro trovati a terra alla legittima proprietaria, rintracciata attraverso Facebook. Il ragionamento alla base del gesto dev'essere risultato semplice, data la crisi e i tempi che corrono. Il ritrovamento è avvenuto domenica scorsa, quando Luca, Nicolas, Alex, Jacopo e Francesco, si erano ritrovati in un kebab-shop della loro cittadina. Avevano deciso di mangiare a casa e, sulla strada del ritorno, in via Garibaldi, avevano scorto il portafoglio appoggiato al marciapiede. La curiosità era comunque tanta ma si sono accorti, però, che non conteneva pochi spicci. All'interno c'erano ben 600 euro in contanti. Sono riusciti a risalire alla legittima proprietaria attraverso "l'indagine" dei documenti. C'erano alcuni scontrini che recavano il nome di una titolare di un negozio da parrucchiera e hanno approfondito cercandola sul popolare social network Facebook.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si sono così resi conto che la donna era stata in fila con loro alla paninoteca, pochi istanti prima. Tre di loro si sono messi in marcia in motorino per far visita alla signora. Quando ha aperto la porta, come spiega L'Arena, la donna era in lacrime. Ma poco dopo è emersa la gioia. Sia della proprietaria che dei ragazzi, che hanno guadagnato una mancia. La loro iniziativa è poi arrivata in Regione e i cinque si sono beccati i complimenti di Zaia: “E’ stato un gesto dettato da alto senso morale. Questi ragazzi sono dei veri e propri esempi – spiega il presidente veneto – e credo che questo episodio debba far riflettere tutti quanti sulla necessità di agire sempre con coscienza e senso civico. Virtù che questi ragazzi hanno dimostrato di avere in abbondanza. Auguro loro tutta la fortuna possibile nella vita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • A Verona 5 nuovi morti positivi al coronavirus: crescono a 514 i ricoveri, di cui 103 in intensiva 

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus a Verona: toccata quota 100 ricoveri in intensiva

  • Altri 81 casi positivi al coronavirus nel Veronese, sono saliti a 1.228

  • «Focolaio di Coronavirus nel carcere di Verona: una quindicina di agenti positivi»

  • In Veneto 125 minorenni positivi al coronavirus, 18 sono veronesi

Torna su
VeronaSera è in caricamento