Verona, superalcolici a tre minorenni e davanti alla polizia: locale in centro rischia la chiusura

Al termine del servizio, iniziato alle 20 e terminato alle 24, sono stati quattro i locali controllati mentre otto le sanzioni amministrative elevate, per un totale di 4mila e 305 euro, più di mille euro per ogni ora di attività

Una serie di minuziosi controlli nei locali del centro città, dove tipicamente si concentra la movida delle serate veronesi. È quella messa in atto dagli agenti di polizia amministrativa e sociale. Quattro i locali sottoposti a controllo, di cui i primi tre nel raggio di poche decine di metri. Si è trattato infatti di due bar di piazza delle Erbe e uno in via delle Fogge. Molteplici e varie le violazioni accertate dai poliziotti: difformità del cartello riportante orari di apertura a chiusura, mancanza dei precursori per la rilevazione del tasso alcolemico, mancanza delle tabelle alcolemiche, mancata esposizione della Scia (Segnalazione certificata di inizio attività), inosservanza delle norme sui giochi d’azzardo e su quelli alternativi.

Sempre nell’ambito ammnistrativo ma dalle ricadute sociali certamente più gravi l’infrazione rilevata nell’ultimo locali controllati, in via del Leoncino, dove è stata accertata la somministrazione di bevande alcoliche a minori di 18 anni, riscontrata, con i propri occhi, dagli agenti e poi confermata dai tre minori, i quali sono stati opportunamente identificati. A sottolineare la gravità della violazione il fatto che, nel caso dovesse venire reiterata in futuro, il locale sarebbe automaticamente sottoposto alla misura della chiusura coattiva.

Al termine del servizio, iniziato alle 20 e terminato alle 24, sono stati quindi quattro i locali controllati mentre otto le sanzioni amministrative elevate, per un totale di 4mila e 305 euro, per una media, se si volesse porre attenzione al dato, di più di mille euro per ogni ora di attività.

VERONETTA - Continuano inoltre i controlli effettuati nell’ambito di una specifica operazione dedicata al contrasto della criminalità diffusa nel quartiere di Veronetta. L’operazione, gestita sotto la supervisione della Squadra Mobile, vede il coinvolgimento anche delle pattuglie delle Volanti nonché il supporto di ulteriori pattuglie dell'Anticrimine di Padova ed è stata appositamente predisposta per monitorare e debellare i fenomeni legati allo spaccio, ai furti ed ai “reati da strada” in genere. Iniziata ai primi di giugno, l’attività proseguirà ancora per diverse settimane, al termine delle quali saranno diffusi i dati complessivi dei controlli effettuati e dei risultati conseguiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento