Verona, stop alle auto per pedonalizzare il centro: sondaggio ai veronesi e poi la "decisione finale"

La querelle per limitare l'accesso ai motorizzati continua ma fino all'analisi dei dati in Comune. In seguito comitati, amministrazione e commercianti dovranno arrivare al dunque. Intanto approvate nuove linee guida per rivalutare San Zeno

Da mercoledì 15 ottobre sarà attivato un nuovo sondaggio del Comune di Verona per la pedonalizzazione del centro storico. La consultazione segue a quella estiva, in cui erano stati interpellati i clienti di hotel e ristoranti e che aveva coinvolto molti turisti, perlopiù stranieri o comunque residenti fuori città. Il nuovo sondaggio servirà come punto di partenza per le nuove discussioni sull’opportunità di chiudere o meno il centro al traffico auto. Già l’assessore comunale alla Mobilità, Enrico Corsi, avrebbe dichiarato che dopo l’analisi dei dati si “dovrà prendere una decisione”. Il tema della pedonalizzazione, già affrontato in numerosi incontri tra commercianti, comitati di cittadini del centro e amministrazione ma ogni volta conclusi con un nulla di fatto, è portata avanti da più parti politiche. Insomma una richiesta bipartisan che arra dal Partito Democratico alla Lista Tosi (o almeno certi suoi componenti). L'indicazione derivata dal sondaggio estivo è proprio quella che propende per lo stop alle auto. In tanti infatti si erano detti disponibili a muoversi a piedi per qualche centinaio di metri pur di lasciare fuori le auto. Era stato il 65 percento degli intervistati a rispondere positivamente. Solo il 7 percento ha risposto che se nella Ztl non fosse prevista la sosta avrebbe cambiato ristorante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PER SAN ZENO - Intanto è dell’ultimo Consiglio comunale l’approvazione della mozione “Azioni volte a riqualificare piazza San Zeno”, di cui il primo firmatario è stato il consigliere della “Civica per Verona”, Francesco Spangaro, che impegna l’amministrazione, compatibilmente con le risorse disponibili, a riqualificare le aree verdi, a sostituire le fioriere, a migliorare l’arredo urbano, a rendere fruibili i servizi igienici pubblici, a promuovere l’inserimento della piazza nel circuito turistico, a predisporre uno studio sulla pedonalizzazione dell’area. Approvata, con 23 voti a favore e 2 astenuti, la mozione, presentata dal vicecapogruppo della stessa lista, Vittorio Di Dio, per l’installazione di panchine fisse o rimuovibili all’interno dei cimiteri di Verona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

Torna su
VeronaSera è in caricamento