Verona, spari contro la casa del sindaco, sfilano in migliaia per solidietà: "La risposta a quel vigliacco"

Cittadini, politici e sindaci in corteo di protesta contro l'agguato di Affi di venerdì sera. "Qui da noi non c'è spazio all'illegalità e a simili atti intimidatori". La commozione di Bonometti: "Gesto meraviglioso"

Un migliaio di persone che sfilano in piazza. Concittadini, residenti in provincia e tanti sindaci. Da quello di Verona, Flavio Tosi, a quello di San Giovanni Lupatoto, Federico Vantini, fino ai colleghi del Garda, dell’est Veronese, del Baldo. Tutti riuniti in strada per fornire solidarietà a Roberto Bonometti, primo cittadino di Affi. Un coro di protesta a cui si sono aggiunti i dipendenti comunali. “Il nostro territorio non transige su tali atti intimidatori e per l’illegalità” è il messaggio che hanno voluto lanciare, dopo che, venerdì sera, 8 colpi di pistola sono stati esplosi contro la casa del sindaco veronese, in via Don Gnocchi. Un agguato di “stampo mafioso”. Vicino a Bonometti, accompagnato da moglie e figlia, Tosi ha ribadito che “questi gesti infami non ci fermeranno e ci da’ forza la grande solidarietà manifestata dalla popolazione e dai tanti colleghi che sono qui". In prima fila anche l’ex sindaco di Affi, Carla De Beni, che ha organizzato la manifestazione. Il corteo è partito dall’abitazione presa di mira e si è concluso nel piazzale davanti al municipio. Nel piazzale era presente un tavolo con l’immagine del primo cittadino di Villa Bartolomea, ucciso il 30 settembre 2006 da un funzionario comunale, e che verrà commemorato martedì prossimo.

“Un’atto vile - ha commentato il vicesindaco in carica, Marco Sega -. Un fatto che ha colpito tutti: ma da noi non si faranno inchini, andremo avanti con la schiena dritta”. Conforto anche dai deputati veronesi, come Vincenzo D’Arienzo, del Partito Democratico: “Considero l'aggressione un segnale pericolosissimo per tutte le Istituzioni veronesi. Non possiamo consentire che chicchessia possa condizionare le libere scelte con l'intimidazione e con la violenza. Non può sfuggire che Affi è un'area strategica per lo sviluppo di Verona. Da parte mia ogni sforzo in parlamento a tutela dell'incolumità del sindaco e per il territorio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In altre zone d'Italia - ha spiegato Tosi - lo Stato ha lasciato soli sindaci e cittadini, qui invece questa risposta dimostra che la legalita' vince e lo conferma la solidarieta' che non ha alcun colore politico". "Sono stati giorni difficile - ha spiegato Bonometti - ma certamente io e la mia famiglia abbiamo avuto un grande conforto che ci e' arrivato dai semplici cittadini ai tanti colleghi che sono qui". "Quando si colpisce un sindaco non si colpisce una persona - ha concluso -, un politico, ma tutta una comunita'; in tutti questi anni da amministratore non ho mai registrato segnali che potessero portare a questo gesto". Commosso ma ancora sotto choc lo stesso Bonometti: “Avete fatto una cosa straordinaria. Grande amarezza nel constatare che chi dedica tutto se’ stesso alla vita pubblica può rischiare la sua vita e quella della famiglia. I sindaci non possono essere lasciati soli. Questa manifestazione è la più bella risposta che si poteva dare a quel vigliacco. Che venga a guardarci tutti in faccia, quell’infame”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Coronavirus: Verona segna ancora il peggior aumento di casi positivi totali in Veneto

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Quante persone posso invitare a pranzo o cena in casa mia secondo le norme in Veneto?

Torna su
VeronaSera è in caricamento