Sparano ai trans con un fucile ad aria compressa: denunciati in quattro

Lesioni aggravate da futili motivi e dall'uso dell'arma: questa l'accusa che pende sulla testa delle persone che ieri sera, forse per passare una serata diversa, hanno fatto il tiro al bersaglio con alcuni transessuali

Forse volevano trascorrere una serata diversa dal solito, sicuramente sono riusciti a mettersi nei guai e poteva anche andare a peggio. 

Poco dopo le due di ieri notte, quattro ragazzi hanno ben pensato di fare il tiro al bersaglio con un fucile ad aria compressa, peccato che nel mirino dei giovani ci fossero i transessuali che di notte si mettono in vendita in Zai. Un'idea che forse potrebbe essergli sembrata spiritosa, ma che ha rischiato di provocare un grave danno ad una persona: un trans infatti si trovava in strada in attesa di clienti, quando è stato ferito di striscio da un proiettile di gomma all'altezza della tempia, a pochi centimetri dall'occhio, rischiando di subire gravi lesioni al bulbo oculare. 

Nella strada che solitamente di notte si trasforma in un luogo d'incontro per clienti e operatori del sesso, è arrivata la polizia, allarmata da una segnalazione. Gli agenti non hanno avuto difficoltà a rintracciare i quattro e a sequestrare il fucile. 

Ancora in corso gli accertamenti, ma pare comunque che i tre giovani e l'uomo che era con loro siano stati denunciati per lesioni aggravate da futili motivi e dall'uso dell'arma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento