Verona, sorelle nomadi e abili compagne di furti nelle case: hanno 15 e 16 anni. Colpi in tutto il Nord

L’individuazione delle ragazze è avvenuta grazie alla segnalazione di un residente di via Cigno, che rientrando, aveva notato le due uscire frettolosamente dal cancello dell’abitazione. Avevano già visitato il vicino

Nomadi di fatto e nella professione. Si erano specializzate nei furti in abitazione, su tutto il Nord Italia, le due sorelle arrestate dai carabinieri di Verona nelle scorse ore. Le due, domiciliate in un campo di Bolzano, sono state sorprese e bloccate poco dopo aver tentato un furto in una abitazione di via Cigno, in città.

L’individuazione delle ragazze, di 16 e 15 anni, è avvenuta grazie alla segnalazione di un residente, che rientrando a casa, aveva notato le due uscire frettolosamente dal cancello dell’abitazione. Il sospetto che potesse trattarsi di un furto in abitazione lo ha spinto a controllare anche l'abitazione del vicino, dove ha notato evidenti segni di effrazione sulla porta. Immediatamente ha avvisato il 112 e contemporaneamente è sceso in strada per vedere dove fossero andate le due. All’arrivo della "gazzella" le due si trovavano già in via Sant’Alessio, e grazie alle preziose indicazioni dell'uomo sono state individuate. Con loro, nelle borse, avevano numerosi arnesi atti allo scasso, tra cui cacciaviti, scalpelli e numerose carte per aprire le porte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La 16enne è stata arrestata, mentre la 15enne "solo" denunciata. L’arresto è scattato soprattutto per i numerosissimi precedenti della più grande: nonostante la giovane età aveva già collezionato due arresti e numerosissime denunce sempre per furto in abitazione, dalla Liguria al Friuli Venezia Giulia. L’arresto è stato convalidato ed in seguito le è stata applicata la misura della custodia cautelare in una comunità della provincia di Verona, da cui si è allontanata nella giornata di mercoledì. La minore delle due, vista l’irreperibilità dei genitori, è invece attualmente affidata ad un’altra comunità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • Gardaland annuncia la data della riapertura ufficiale: attrazioni all'aperto tutte disponibili

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento