Verona, scarica il rimorchio, scivola e cade di testa: in fin di vita camionista di 64 anni

Grave incidente sul lavoro in cui è rimasto vittima un autista turco che stava completando le operazioni con i bancali di condizionatori alla "Aermec" di Bevilacqua. carabinieri, Spisal e elicottero del 118 sul posto

Sarebbe una caduta accidentale la causa del brutto incidente sul lavoro avvenuto giovedì pomeriggio a Bevilacqua. Vittima un camionista di origine turca di 64 anni che stava completando le operazioni di scarico nel piazzale riservato ai Tir alla sede di via Roma della "Aermec Srl", nota ditta veronese che si occupa di produzione e collaudo di condizionatori e sistemi di climatizzazione. Secondo un primo accertamento dei carabinieri di Minrebe, intervenuti sul posto in seguito all'allarme lanciato al 112 da alcuni magazzinieri, l'autista stava caricando alcuni bancali di condizionatori imballati sul rimorchio quando è scivolato perdendo l'equilibrio ed è precipitato da due metri battendo violentemente la testa a terra. L'incidente è avvenuto attorno alle 14e30.

Agli stabilimenti sono giunti gli esperti dello Spisal per ricostruire la dinamica e per verificare il coinvolgimento di terze persone, e i sanitari del 118 di VeronaEmergenza. Apparso subito in condizioni disperate per il grave trauma cranico riportato, il 64enne è stato elitrasportato all'ospedale di Borgo Trento, dove si trova ricoverato in prognosi riservata, al reparto di Terapia intensiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento