Verona, ricercatore veronese vince finanziamento da 200mila euro. Avrà un team di 6 giovani colleghi

Plauso dalla Regione per lo studio sui danni neurologici e polmonari che possono derivare dagli interventi di cardiochirurgia pediatrica. Zaia: "Il successo di Luca Vedovelli è l'ultima perla di una prestigiosa collana di successi"

Luca Vedovelli (Foto Linkedin)

Il successo di Luca Vedovelli è l’ultima perla di una oramai lunga e prestigiosa collana di successi dei bravissimi giovani veneti nel campo della ricerca in sanità”. Con queste parole il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, si complimenta con il giovane ricercatore di 33 anni veronese di Lazise che, con un progetto di ricerca sui danni neurologici e polmonari che possono derivare dagli interventi di cardiochirurgia pediatrica, ha ottenuto un finanziamento di 200mila euro vincendo il bando “Grant Program for Young Investigator on Pediatric Research” promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Vedovelli lavorerà con un team di sei giovani colleghi, tutti veneti. Da marzo 2014 Vedovelli lavora all'Istituto pediatrico "Città della Speranza" di Padova.

Altri due finanziamenti sono stati ottenuti da Marco Agostini, ricercatore del dipartimento di Scienze chirurgiche, oncologiche e gastroenterologiche dell’università di Padova e da Genny Orso, dell’Istituto scientifico “Medea” di Conegliano (Treviso), con già all’attivo collaborazioni in Germania, Irlanda, Spagna e Stati Uniti.

“Un’altra lampante dimostrazione – aggiunge il governatore – di quanto importante sia le sinergia tra Università e Sanità, stavolta anche con il prezioso contributo della Fondazione Cariparo, che pone il Veneto al livello delle migliori aree di ricerca mondiali, come dimostra anche il fatto che in questi progetti sono sempre coinvolte importanti Università estere, come Harvard. E’ anche bello constatare – conclude il governatore – come siano sempre di più i giovani veneti che non si fanno attrarre dalle sirene straniere e si impegnano per mettere a frutto le loro grandi qualità lavorando nella loro terra”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 21 al 23 febbraio 2020

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

Torna su
VeronaSera è in caricamento