Porta Nuova, riprendono i lavori della filovia. Corsi: “Finalmente abbiamo l’autorizzazione dei militari”

Il cantiere dovrà essere terminato entro Vinitaly, così in questi giorni verrà rivisto poco per volta il progetto dei tratti che compongono i 23 chilometri e mezzo della rete dei filobus. L'assessore: "Motori a diesel per il centro storico"

I militari hanno concesso venerdì l’autorizzazione a continuare i lavori per installare nuove fondamenta di sostegno alle linee elettriche dei filobus. Come si legge sulle pagine de L’Arena, i ritardi dei giorni precedenti erano causati dalla mancata approvazione della bonifica. Nella zona adiacente al piazzale di Porta Nuova infatti potrebbero trovarsi ancora ordigni bellici inesplosi, per cui è bene procedere alle verifiche. Il cantiere deve essere terminato entro il 20 marzo, in occasione di Vinitaly, come previsto dall’accordo con Grandi Stazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tracciato della filovia è stato ridefinito nel corso di un nuovo incontro tra l’assessore alla mobilità Enrico Corsi, Amt e i tecnici del Consorzio cooperative costruzioni. Sul percorso Saval-Stazione Porta Nuova verrà attuata qualche piccola modifica, con il prolungamento della linea fino a Piazzale Cadorna. L’assessore Corsi, descrivendo il nuovo sistema di trasporto di massa che coprirà la città con un reticolo di 23 chilometri e mezzo, spiega come il progetto esecutivo venga verificato linea per linea, la prossima volta sarà il turno del tratto Stadio-San Michele-Borgo Venezia. Nel centro storico invece il mezzo avrà un motore diesel, ma l’azienda che doveva fornirlo è fallita per cui si sta cercando un’alternativa.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

Torna su
VeronaSera è in caricamento