Verona, oltre due chilometri di nuove condutture e 5 milioni di euro per rifare le fogne in Valpantena

Sono iniziati a settembre del 2014 e termineranno nel prossimo mese di maggio i lavori ad opera di Acque Veronesi per l'adeguamento del collettore. Si migliorerà così anche la qualità dell’acqua scaricata nel fiume Progno

Sono iniziati a settembre del 2014 e termineranno nel prossimo mese di maggio i lavori di adeguamento del collettore fognario della Valpantena. L’intervento prevede la realizzazione di 2mila 550 metri di condutture di reti di raccolta delle acque nere, bianche e miste, mediante la costruzione di un nuovo collettore di diametro maggiorato rispetto all’attuale. Il tratto interessato dai cantieri inizia in via Colonello Fincato (all’altezza del distributore di benzina) e termina a Quinto. È previsto un adeguamento delle reti e dello sfioratore in via Roma ed in viale dell’Industria a Grezzana. È in fase di realizzazione anche un tratto di rifacimento degli impianti di fognatura nella frazione di Lugo, da via Domenico fino a via Crosara. Sempre a Lugo verranno installate nuove tubature per una lunghezza di 810 metri e verrà realizzato uno sfioratore con griglia automatica per il trattamento depurativo delle acque in occasione di eventi piovosi. Tutti i lavori sono eseguiti da Acque Veronesi, la società consortile che gestisce il servizio idrico integrato, oltre che a Verona, in 75 comuni della provincia scaligera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Gli interventi si sono resi necessari per garantire una maggiore tutela dell’ambiente a tutti i cittadini della zona – ha commentato il presidente Massimo Mariotti –. In particolare, gli impianti di “tipo misto” (fognature e acque piovane) necessitavano di urgenti ammodernamenti per via di problematiche legate al sottodimensionamento di alcuni tratti di tubature, causa di frequenti allagamenti". L’opera, che ha un costo complessivo di 5 milioni e 222mila euro, comporterà una maggiore sicurezza e prevenzione ambientale, migliorando la qualità dell’acqua scaricata nel fiume Progno Valpantena in occasione di eventi piovosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento