Verona, bracconaggio e controlli ittici: la polizia provinciale sul web

Il portale sarà aggiornato per informare sui servizi e le operazioni eseguite. Fra le funzioni anche la sicurezza stradale, il controllo degli agriturismi, attenzione ai bagnanti e turisti del Garda e controllo documenti falsi

Il comandante Maggio (al centro) con il preseidente della Provincia Miozzi e alcuni agenti

La polizia provinciale sbarca sul web. Per la prima volta, infatti, il Corpo si dota di uno strumento di comunicazione più diretto: gli obiettivi del sito web, sono di illustrare le attività svolte. Il portale sarà aggiornato abitualmente per informare i cittadini sui servizi e le operazioni eseguite dagli agenti. Fra le funzioni non solo la vigilanza ittica e l'antibracconaggio, ma anche la sicurezza stradale, il controllo degli agriturismi e controllo documenti falsi.

"Il nuovo portale - spiega il comandante Anna Maggio - risponde con facilità e prontezza alle necessità dei cittadini, fornendo una comunicazione rapida e dettagliata. Crediamo che la comunicazione sia alla base di un rapporto solido con la comunità, per questo l'obiettivo è di informare gli utenti sulle attività e sui compiti. C'è anche la modulistica, la normativa di riferimento e soprattutto le informazioni di servizio di interesse del pubblico, che così trova comodamente a casa propria ciò che gli serve".

Il settore più significativo è la vigilanza ittico venatoria, che consiste in: vigilanza sulla caccia, contrasto al bracconaggio, squadra cinofila, gestione faunistica, censimenti, vigilanza sulla pesca, squadra nautica, informazioni di pesca e norme di comportamento per la navigazione sul lago di Garda. Gli altri ambiti di intervento sono: vigilanza ambientale, sicurezza e polizia stradale (controllo del territorio, educazione alla sicurezza stradale nelle scuole, videosorveglianza provinciale), vigilanza strutture agrituristiche, soccorso e prima accoglienza fauna selvatica, verbali amministrativi, guardie volontarie, falsi documentali, servizi a favore dei privati, birdwatching sul lago di Garda, piani di controllo e contenimento degli animali nocivi (cinghiali, colombi, cornacchie, nutrie), e interventi in reperibilità per emergenze indispensabili.

“Grazie al nuovo portale - spiega il presidente della Provincia, Giovanni Miozzi - il Corpo potenzia il numero di attività svolte. E' un'occasione per generare una sinergia ancora più stretta tra la polizia e la comunità, oltre che dimostrare al cittadino i servizi a cui può accedere. Particolare attenzione viene data alla sicurezza di bagnanti e turisti sul lago di Garda, mentre l'ultima importante competenza  è stata acquisita nell'identificazione di documenti falsi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va in fiera a gustarsi un risotto. Al ritorno non trova più due portiere

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 20 al 22 settembre 2019

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • Sfonda la recinzione stradale con un camion e vola per 7 metri dal ponte di viale delle Nazioni

  • Capelli neri, occhi marrone, Mister Italia 2019 è Rudy El Kholti ed è di Zevio

  • Forti temporali attesi sul Veneto e scatta ancora lo "stato di attenzione"

Torna su
VeronaSera è in caricamento