Verona, bracconaggio e controlli ittici: la polizia provinciale sul web

Il portale sarà aggiornato per informare sui servizi e le operazioni eseguite. Fra le funzioni anche la sicurezza stradale, il controllo degli agriturismi, attenzione ai bagnanti e turisti del Garda e controllo documenti falsi

Il comandante Maggio (al centro) con il preseidente della Provincia Miozzi e alcuni agenti

La polizia provinciale sbarca sul web. Per la prima volta, infatti, il Corpo si dota di uno strumento di comunicazione più diretto: gli obiettivi del sito web, sono di illustrare le attività svolte. Il portale sarà aggiornato abitualmente per informare i cittadini sui servizi e le operazioni eseguite dagli agenti. Fra le funzioni non solo la vigilanza ittica e l'antibracconaggio, ma anche la sicurezza stradale, il controllo degli agriturismi e controllo documenti falsi.

"Il nuovo portale - spiega il comandante Anna Maggio - risponde con facilità e prontezza alle necessità dei cittadini, fornendo una comunicazione rapida e dettagliata. Crediamo che la comunicazione sia alla base di un rapporto solido con la comunità, per questo l'obiettivo è di informare gli utenti sulle attività e sui compiti. C'è anche la modulistica, la normativa di riferimento e soprattutto le informazioni di servizio di interesse del pubblico, che così trova comodamente a casa propria ciò che gli serve".

Il settore più significativo è la vigilanza ittico venatoria, che consiste in: vigilanza sulla caccia, contrasto al bracconaggio, squadra cinofila, gestione faunistica, censimenti, vigilanza sulla pesca, squadra nautica, informazioni di pesca e norme di comportamento per la navigazione sul lago di Garda. Gli altri ambiti di intervento sono: vigilanza ambientale, sicurezza e polizia stradale (controllo del territorio, educazione alla sicurezza stradale nelle scuole, videosorveglianza provinciale), vigilanza strutture agrituristiche, soccorso e prima accoglienza fauna selvatica, verbali amministrativi, guardie volontarie, falsi documentali, servizi a favore dei privati, birdwatching sul lago di Garda, piani di controllo e contenimento degli animali nocivi (cinghiali, colombi, cornacchie, nutrie), e interventi in reperibilità per emergenze indispensabili.

“Grazie al nuovo portale - spiega il presidente della Provincia, Giovanni Miozzi - il Corpo potenzia il numero di attività svolte. E' un'occasione per generare una sinergia ancora più stretta tra la polizia e la comunità, oltre che dimostrare al cittadino i servizi a cui può accedere. Particolare attenzione viene data alla sicurezza di bagnanti e turisti sul lago di Garda, mentre l'ultima importante competenza  è stata acquisita nell'identificazione di documenti falsi".

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa? Ecco la guida che vi aiuterà a liberarvene

  • Must have moda estate 2019: i consigli dell'esperto

  • Da borgo Roma parte l'approccio multidisciplinare ai disturbi motori funzionali

  • I 7 "must have" dell'estate 2019

I più letti della settimana

  • Strano viavai da un bar, scatta il blitz: trovata della cocaina, 46enne arrestata

  • Si guasta l'auto e viene investito: un morto e un ferito a Verona dopo l'incidente sulla T4-T9

  • Dopo Israele e Regno Unito, Gardaland mette nel mirino il mercato cinese

  • Shopping a prezzi ribassati, arrivano i saldi estivi: quando iniziano a Verona e consigli utili

  • In Veneto ci sono 73.812 inadempienti all'obbligo vaccinale, Burioni: «Terrorizzante»

  • Bimba in Rianimazione a Verona dopo infezione da tetano: «Condizioni stazionarie»

Torna su
VeronaSera è in caricamento