Verona, negozi e case allagate, tombini divelti: l'acqua è troppa e allaga strade da Peschiera a Verona

Il violento nubifragio delle scorse ore porta con se' detriti, fango e immondizia. Come sempre tocca fare la conta dei danni ma ormai è una costante: ogni volta che piove più del solito il sistema di scolo va a farsi benedire

Un temporale più incisivo e forte del normale, non propriamente una “catastrofe”. Di sicuro il nubifragio che si è abbattuto sul Garda, nelle scorse ore, di danni ne ha fatti. Alle piante, dato che i pompieri sono stati chiamati per un centinaio di casi in poche ore, alle strade e al sistema di scolo delle cittadine del lago. Disagi invece per negozianti e residenti che si sono visti allagare parzialmente i locali. Da Lazise a Peschiera fino a Castelnuovo: questa l’area maggiormente interessata dalla “bomba d’acqua” precipitata sul Garda a partire dalle 8e30 di lunedì. A Lazise la zona più colpita è stata quella di corso Cangrande, da corso Ospedale fino al lungolago. In alcuni tratti sembrava una piscina (di fango, detriti, immondizia e acqua). I tombini non ce l’hanno fatta a reggere una così grande quantità d’acqua caduta in poco tempo. E infatti sono praticamente esplosi. Per non parlare dei canali più stretti, gli scoli, le grondaie. Tutto intasato dalla potenza dell’acqua. E per fortuna che nelle stesse ore non si è alzato il fastidioso vento che dal Bresciano spinge sulle acque del Garda e che puntualmente allaga i negozi e locali del lungolago Marconi. Ora parte la conta dei danni: chi si lamenta delle acque grigie emerse dai tombini e che hanno invaso i locali e chi, nel panificio, ha a che fare con fango e sporcizia. Ristoranti off limits, almeno nelle prossime ore. Negli alberghi le hall sono state invase. Insomma, ai danni si aggiungono le beffe e quelli economici indiretti.

PESCHIERA - Del violento acquazzone di lunedì è stata interessata anche Peschiera e le zone limitrofe. Da prima mattina i veronesi del lago si sono dovuti occupare di mettersi al riparo da chicchi di grandine e pioggia battente. Inevitabile l’allagamento di certi tratti di strade. In alcuni casi proprio sommerse tanto che era difficile notare i bordi dei marciapiedi. Viale Marzan, vicino all’ospedale e alla stazione, ha registrato i maggiori disagi. Ma anche nella laterale via D’Azeglio, località Frassino, in via Pignolini fino in prossimità dell’uscita dell’autostrada, in località Paradiso. Nella maggior parte dei casi, spiegano i quotidiani locali, i disagi si sono tradotti con scantinati allagati e alberi sradicati senza provocare danni a cose o persone. Un nubifragio di entità leggermente minore si è registrato anche a Costermano, soprattutto in area impianti sportivi, in via Muretti. Altre chiamate di intervento sono partite da Torri del Benaco e dai territori confinanti con la Valpolicella.

VERONA - Anche il capoluogo non si è salvato dalla terribile ondata di maltempo. In città il sistema di scolo è stato ancora una volta messo a dura prova e così anche la solidità delle strade. In poco tempo alcune zone si sono ritrovate sott’acqua, come circonvallazione Galliano e viale Colombo, in cui il livello dell’acqua aveva sorpassato i venti centimetri. Soprattutto nella seconda metà del pomeriggio, dalle 15e30 in poi, l’acquazzone estivo ha fatto rimanere a casa i pedoni e complicato non poco le cose ad automobilisti. In zona Porta Palio, in prossimità di circonvallazione Oriani, la strada ha raccolto un laghetto d’acqua che ha costretto tutti allo “slalom”. Anche verso Porta Nuova qualche disagio, dato che dai bastioni e dal terreno rialzato sono scivolati giù detriti e fanghiglia. Come succede spesso il maltempo sul lago ha spinto i turisti a spostarsi in città ma non è andata bene, stavolta, dato che amache a Verona la pioggia non ha smesso di colpire. Sta di fatto che dalle 16e30, spiega L’Arena, si sono verificati rallentamenti su tutte le strade principali di ingresso alla città. Disagi anche nella frazione di Parona per l’acqua che ha riempito i tombini e li ha scoperchiati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento