Verona, molestie alla rumena per trovarle un lavoro, Giorlo: "Tutto falso" e si prepara a testimoniare

L'ex assessore allo Sport della Giunta Tosi si dice sereno e pronto a spiegare per filo e per segno come andarono esattamente le cose. Il racconto della ragazza: "Mi ha pagato con 5mila euro invece che 35mila per ritirare la denuncia"

L'intervista del giornalista Ranucci (a sinistra) all'assessore Marco Giorlo

Lui si dice sereno e pronto a presentarsi davanti ai magistrati per spiegare come senno andate le cose. Sembra non temere nulla, l’ex assessore allo Sport del Comune di Verona, Marco Giorlo, circa le rivelazioni sulle presunte molestie sessuali mosse da una ragazza rumena alle telecamere della trasmissione tv “Report” di Rai3. Il viso della giovane è stato opportunamente oscurato ma, secondo Giorlo, avrebbe raccontato solo frottole. Un storia falsa, su tutta la linea. Ora con il suo avvocato sta formulando la replica alle accuse mosse e andate in onda in tutta Italia. Durante la preparazione della puntata, il giornalista Sigfrido Ranucci (querelato dal sindaco Tosi e dallo stesso Giorlo per diffamazione) ha intervistato un presunto imprenditore (dal viso oscurato) e la protagonista delle accusa, la donna rumena, andata da lui a chiedere lavoro.

SIGFRIDO RANUCCI
Lei è a conoscenza di festini hard organizzati?
UOMO
Sono a conoscenza di festini fatti, per dagli lo zuccherino, per avere in cambio lavoro...
SIGFRIDO RANUCCI
E chi c’era a questi festini?
UOMO
Marco Giorlo sono sicuro al mille per mille.
SIGFRIDO RANUCCI
Scusi, ma lei come lo sa questo? Ha partecipato anche Lei?
UOMO
No, io non c’ho mai partecipato. Però andavo a prendere le donne, per portarle li se...
SIGFRIDO RANUCCI
Sono stati organizzati dei festini con delle escort in un appartamento dietro al teatro Filippini, lei ne sa niente?
MARCO GIORLO – ASSESSORE ALLO SPORT COMUNE VERONA
No assolutamente. Sono invenzioni, cioè... non so... io sinceramente, a parte che sono una persona corretta, 32 anni che sono sposato...
SIGFRIDO RANUCCI FUORI CAMPO
Non avrà partecipato ai festini, ma in un’altra brutta vicenda l’assessore Giorlo è incappato quando alla vigilia delle ultime elezioni, una ragazza rumena si rivolge a lui per chiedergli lavoro. Giorlo l’invita in un appartamento con il pretesto di presentarle una famiglia. Ma l’appartamento è vuoto.
DONNA RUMENA
Si è messo lì, sul letto... cioè tipo, vieni qua. Vuoi lavoro, dati da fa’...
SIGFRIDO RANUCCI
E ti ha chiesto una prestazione sessuale?
DONNA RUMENA
Sì. E lì sono impazzita.
SIGFRIDO RANUCCI FUORI CAMPO
Prima la ragazza rumena denuncia Giorlo, poi ritratta. Cosa è successo?
SIGFRIDO RANUCCI
È stato Lei ad andare per conto di Giorlo, a casa della rumena, a convincerla di ritirare la denuncia?
UOMO
Sì, siccome erano sotto le votazioni, lui doveva cercare di... salvare la sua immagine...
SIGFRIDO RANUCCI FUORI CAMPO
A chiudere la faccenda con la rumena ci penserebbe uno dei calabresi presenti alle cene elettorali che avrebbe messo a disposizione di Giorlo una somma di denaro.
UOMO
Gli ha dato una mano con i soldi. E per non far vedere che lui andasse in banca a prelevarsi i soldi e robe varie...
SIGFRIDO RANUCCI
Soldi da dare a questa rumena...
UOMO
A questa rumena per farla...
SIGFRIDO RANUCCI
Ritrattare la denuncia che aveva fatto.
UOMO
Esatto.
SIGFRIDO RANUCCI
È stata pagata? Lei ha visto materialmente i soldi?
UOMO
Ho visto un pacchettino così di soldi dentro alla busta, però non so quantificarti, parlavano di 35 mila euro.
SIGFRIDO RANUCCI FUORI CAMPO
Dei presunti 35 mila euro però alla rumena, secondo quello che ci dice, ne sarebbe arrivata solo una piccola parte.
DONNA RUMENA
Niente. Ci siamo visti un giorno, mi hanno dato i soldi, io non ho mai firmato niente da nessuna parte, 5 mila euro, tutti da 500 euro e basta. Morta lì.

GIORLO E IL COLLOQUIO AL BENTEGODI CON REPORT: L'INTERVISTA DEI "NON SO"

Come spiega Giorlo al Corriere Veneto, però, sarebbe “una storia falsa, da cima a fondo”,

«vecchia di tre anni, che la procura e il gip avevano già chiuso in un cassetto con l'archiviazione ma che, invece - secondo la difesa -, sono state rievocate nel corso della puntata di Report per colpire politicamente sia Giorlo che la giunta del sindaco Flavio Tosi» … «un vero e proprio complotto politico», di «una strumentalizzazione chiaramente finalizzata a danneggiare l'amministrazione cittadina in carica»: per dimostrarlo nero su bianco, comunque, il legale di fiducia dell'ex assessore, d'intesa con quest'ultimo, sta mettendo a punto un «corposo e dettagliato dossier difensivo, composto da tutta una serie di documenti da cui si dedurrà in modo chiaro e inequivocabile come si sono svolti realmente i fatti».

Come ha più volte precisato, dopo alcune incomprensioni con la stampa locale, il procuratore capo Mario Giulio Schinaia, da Report non è emerso nulla di penalmente rilevante. Almeno per ora. Le persone che sono comparse, anche se oscurate, sono state già sentite dagli inquirenti tempo fa. Tutte cose già note alla Procura scaligera, quindi. Secondo la ricostruzione dei fatti in trasmissione, le presunte molestie avvennero nel 2011, quando Giorlo era consigliere comunale. Dopo 34 giorni la stessa ragazza ritirò la denuncia, spiegando che l’aveva fatto per “rabbia”. Così tutto cadde ne dimenticatoio: la Procura non ebbe più modo di approfondire la questione perché caddero le accuse. Dopo tre anni e una trasmissione di mezzo ecco che però il caso si ripresenta, più forte e rumoroso di prima. Gli investigatori starebbero quindi rimettendo mano ai documenti per chiarire una volta per tutte la situazione. Come spiega il quotidiano locale,

E mentre il suo legale sta «mettendo in fila tutte le carte che scagionano in pieno Giorlo da questa storia falsa e strumentale», è lui stesso a dirsi «pronto a spiegare tutto a voce ai magistrati: basta che mi chiamino - ha annunciato ieri - e sono pronto ad andare in procura e spiegare per filo e per segno come sono andati veramente i fatti e cosa c'è dietro tutte queste false accuse». Anzi, «non solo cosa, ma anche chi c'è dietro»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento