Verona, mogli picchiate e strangolate dai mariti violenti: scattano due arresti in due giorni

Ancora terribili eventi tra le mura domestiche, davanti a figli piccoli. In manette un marocchino che ha persino fatto perdere i sensi alla consorte e un albanese di 39 anni che dopo aver menato le mani aveva rapito i due bimbi

Due casi molto ravvicinati, molto simili. E molto violenti. Ancora una volta gli uomini maneschi di casa non hanno mancato di far sentire le loro mani “pesanti” sulle rispettive consorti, per di più davanti ai figli piccoli. Prima a San Bonifacio, poi a Peschiera del Garda, sono dovute intervenire le pattuglie dei carabinieri che hanno identificato e arrestato i colpevoli. In ordine di tempo, il primo episodio è avvenuto nel comprensorio dell’Est Veronese. I militari dell’Arma sono entrati in azione dopo l’ennesima, violentissima, lite nella casa di due coniugi marocchini. Dopo averla pestata con pugni e schiaffi, l’uomo l’ha immobilizzata al collo e l’ha strangolata fino a farle perdere i sensi. L’uomo ha continuato a stringere sempre di più fino a che lei non è crollata a terra. Poi, senza badare nemmeno alle condizioni della moglie, si è allontanato. I carabinieri lo hanno rintracciato poco dopo, a seguito della denuncia per sospette violenze in famiglia emersa dal Pronto soccorso. La giovane è stata medicata nella notte tra sabato e domenica. Lui si trova in carcere con l’accusa di maltrattamenti e tentato omicidio. Altro episodio ha richiamato l’attenzione dell’Arma sulle rive del Mincio. Nella tarda serata di lunedì, a Valeggio i militari di Peschiera del Garda hanno arrestato in flagranza di reato un cittadino albanese di 39 anni, Imeraj Mirash, dopo aver picchiato ripetutamente la giovane moglie. Non contento di aver brutalmente menato le mani sulla consorte aveva preso i due figli minori e si era allontanato a piedi. La pattuglia dei carabinieri, comandati dal tenente Gerardo Longo, è stata allertata dalle segnalazioni di urla provenienti dall’abitazione. L’uomo  è stato raggiunto e arrestato alla fine di un breve inseguimento nei campi adiacenti Valeggio. I bambini, terrorizzati dal comportamento del padre, sono rimasti sotto choc per diverse ore. I due piccoli hanno smesso di piangere solo quando la madre è tornata a casa, dopo essere stata medicata al pronto soccorso della clinica “Pederzoli” di Peschiera del Garda. martedì mattina nelle aule del Tribunale di Verona, si è tenuto il rito direttissimo con la convalida dell’arresto dello straniero accusato di maltrattamenti e nei cui confronti è stata attivata la procedura di espulsione dal territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vivevano alle spalle della coppia e facevano prostituire la donna: arrestati

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

Torna su
VeronaSera è in caricamento