Insolito colpo a Marano di Valpolicella: i ladri portano via l'intero cancello di una casa

Cristian, il figlio di Sante Lavarini e Ida Lonardi, titolari della "Locanda di nonna Ida" che si trova in via Pontarola a San Rocco, ha fatto la sconcertante scoperta alle 4 di mattina

"Ad un quarto alle tre mi sono svegliato per fare uscire il più piccolo dei nostri due cani. Mi sono rimesso a letto e alle tre e mezza ho riaperto la porta per farlo entrare. Era tranquillo come al solito ed io non mi sono accorto di nulla". Queste le parole di Sante Lavarini rilasciate al quotidiano L'Arena in seguito al curioso furto subito nella notte tra venerdì e sabato intorno alle ore 4.

L'uomo insieme alla moglie Ida Lonardi, è titolare della "Locanda di nonna Ida", che si trova in via Pontarola a San Rocco di Marano Valpolicella. Ad accorgersi dello strano furto è stato il figlio della coppia, Cristian, che rientrando a casa intorno alle 4 si è subito accorto che mancava il cancello della locanda: un pesante manufatto in ferro battuto costitutio da due ante lunghe circa 2.5 metri e alte fino 3. 

"Chi lo ha rubato sapeva quello che faceva - ha dichiarato Ida Lonaradi a L'Arena - hanno staccato il cancello, sbullonando i cardini dai montanti di sostegno. Se avesse avuto semplicemente intenzione di racimolare qualche decina di euro vendendolo come ferro vecchio, non ci avrebbe messo tanta cura, perdendo tempo a sbullonare pure i montanti. Siamo convinti che sarà presto installato in qualche altra casa, lontano da qui. Forse nemmeno in Italia". Si suppone quindi che si tratti di gente del mestiere e che fossero almeno in quattro, solo così avrebbero potuto caricarlo su un camioncino senza fare rumore.

Il "colpo" dovrebbe quindi essere avvenuto fra le tre e mezza e le quattro, tra l'ultimo risveglio dell'uomo e il rientro del figlio, Sante poi prosegue: "Quello che mi appare strano è che nessuno abbia visto nulla. Eppure l'ingresso è proprio sulla provinciale dei Lessini che da San Floriano sale a Cerna e Sant'Anna d'Alfaedo. Quella è una strada molto trafficata anche di notte, soprattutto nel fine settimana. Quattro o cinque persone intente a togliere un cancello così pesante e un camion fermo per caricarlo, occupando una parte della carreggiata, non sono eventi usuali alle tre del mattino". Poi la moglie Ida afferma: "Secondo me prima sono passati a smontarlo e l'hanno appoggiato alla cancellata e poi sono tornati a caricarlo. Comunque è un mese che i ladri battono a tappeto tutti i giorni la valle di Marano. Ieri sera era corsa voce che fosse stato notato un furgoncino Fiat Doblò sospetto, con targa straniera, girare nella zona di Valgatara".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il panettone più buono secondo Iginio Massari? Lo produce un pasticciere veronese

  • Incidente mortale a Verona: auto contro un muro, perde la vita un 47enne di Cerea

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 13 al 15 settembre 2019

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

Torna su
VeronaSera è in caricamento