Verona, installate nuove antenne: servizio Wi Fi anche negli ospedali di Borgo Trento e Borgo Roma

Una recente rinegoziazione del contratto relativo e la disponibilità dell'operatore Agsm Verona hanno permesso un raddoppio della banda internet complessiva messa a disposizione della cittadinanza. Nuove zone saranno presto coperte

Grazie alla collaborazione tra Comune di Verona e università è stato possibile estendere il servizio wi-fi del circuito "Guglielmo" alle sale d’attesa dei due presidi ospedalieri di Borgo Trento e di Borgo Roma. Gli "hot spot" dell’azienda ospedaliera si aggiungono agli oltre 150 esistenti nelle varie zone del territorio comunale. Il criterio principale di connessione è quello di sfruttare le connessioni di rete e le infrastrutture esistenti messe a disposizione dai principali enti pubblici del territorio.

Prossimamente nuove iniziative saranno in cantiere, come ad esempio la collaborazione con Amia per coprire le zone di pertinenza ad accesso pubblico gestite da questa azienda. “Il progressivo aumento dell’utenza e l’estensione della rete hanno avuto come conseguenza una sempre maggiore richiesta di banda – ha spiegato il consigliere delegato Vittorio Di Dio – una recente attività di rinegoziazione del contratto relativo e la disponibilità dell’operatore Agsm Verona spa hanno permesso un raddoppio della banda internet complessiva messa a disposizione della cittadinanza. E’ stata inoltre migliorata l’acquisizione di credenziali, semplificando i passaggi al fine di incontrare le esigenze dell’utenza”.

Il progetto di estensione del wi-fi prevede prossimamente la copertura di zone ad alta densità turistica: percorsi dai principali parcheggi scambiatori (stazione ferroviaria, parcheggio pullman Centro ex-gasometro verso piazza Bra) e percorsi principali (via Cappello, via Mazzini, collegamento tra le piazze) sfruttando i punti di interconnessione (sistema di videosorveglianza, semafori centralizzati). Tale copertura non richiederà alcun ulteriore costo di connettività e permetterà di rimanere collegati per l’intero percorso. 

IL SONDAGGIO - Il 55% dei veronesi ritiene insufficiente la diffusione del WiFi free negli esercizi commerciali della propria provincia e il 40% frequenta in preferenza locali e negozi che offrono questo. È quanto emerge dall'indagine condotta da "Seat PG Italia" tra i consumatori veronesi, con l’obiettivo di analizzare le loro abitudini di utilizzo dei dispositivi mobili quando sono fuori casa e ufficio e osservare se e quanto la disponibilità di una rete WiFi gratuita influenzi la scelta di locali o negozi.

Dall’analisi emerge che l’86% dei veronesi considera utile accedere a internet in mobilità, il 40% degli utenti della provincia è incentivato a frequentare in preferenza i locali o i negozi con WiFi gratuito e un 23% degli intervistati ha dichiarato che, in passato, ha scelto un negozio o il locale dove passare il tempo libero in funzione della presenza di una connessione WiFi gratuita. L’esigenza è però scarsamente accolta dagli esercenti: il 55% degli intervistati ritiene che a Verona siano poco o per nulla diffusi i negozi e i locali che mettono a disposizione la connessione WiFi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quasi un utente su 4, infatti, ha dichiarato di non riuscire a utilizzare Internet quanto desidera mentre è fuori casa: le ragioni di questo sono da ricercarsi nella scarsa diffusione del WiFi gratuito (53%) e nella scarsa presenza della banda larga (42%). Una connessione WiFi gratuita permette agli utenti di continuare a lavorare anche fuori casa (43%) ma è anche un aiuto importante per i propri acquisti (34%): tra gli intervistati il 16% lo utilizza per verificare l’effettiva qualità dei prodotti che sta per comprare, il 9% è interessato a controllare il potenziale risparmio sul prodotto, mentre il 9% chiede un parere ai propri amici o parenti sugli acquisti in atto. condotta da Seat PG Italia tra i consumatori veronesi, con l’obiettivo di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in vigore la nuova ordinanza firmata da Zaia: cosa cambia a Verona

  • Coronavirus in Germania, la testimonianza di un veronese: «Niente quarantena e allarmismo in TV»

  • «A Verona 140 mila quintali di fragole da raccogliere: servono 3 mila lavoratori»

  • Coronavirus, nuovi casi positivi a Verona ma rallentano ricoveri e decessi

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

Torna su
VeronaSera è in caricamento