Verona, inquinamento e cattivi odori, chiusa l'azienda del bitume a San Martino: "Fuorilegge"

La Provincia di Verona revoca l'autorizzazione al lavoro alla Superbeton: "L'azienda dovrà programmare nuove analisi relative al camino 1 per dimostrare di essere rientrata nei parametri di legge"

Sospetti di inquinamento a San Martino Buon Albergo, da parte di una ditta che produce bitume. Dopo le segnalazioni del Comune, la Provincia di Verona ha disposto la sospensione dell'autorizzazione alle emissioni in atmosfera e alla produzione di conglomerati bituminosi nei confronti dell'impresa Superbeton, in località Guainetta. Secondo le analisi svolte dall'Arpav, l'azienda sarebbe la responsabile delle emissioni scure e dei cattivi odori rilevati nei scorsi mesi sul territorio. I campionamenti effettuati sul camino 1 dell'impresa dai tecnici di Arpav avevano fatto emergere il superamento dei limiti di legge per quanto riguarda il benzene e il monossido di carbonio.

"L'azienda dovrà programmare nuove analisi relative al camino 1 con l'impianto funzionante a regime, comunicandolo preventivamente alla Provincia e all'Arpav, per dimostrare di essere rientrata nei parametri di legge", sottolinea l'assessore all'Ecologia, Mauro Gaspari. La produzione dei conglomerati bituminosi riprenderà dopo che dalle analisi verrà comprovato il rispetto dei limiti di emissione in atmosfera degli inquinanti e solo dopo aver ottenuto il nulla osta da parte della Provincia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il panettone più buono secondo Iginio Massari? Lo produce un pasticciere veronese

  • Incidente mortale a Verona: auto contro un muro, perde la vita un 47enne di Cerea

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 13 al 15 settembre 2019

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

Torna su
VeronaSera è in caricamento