Verona, giovedì 21 novembre la campanella d'inizio di Job&Orienta: licei in ascesa

Si apre in Fiera a Verona il salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, in programma fino a sabato 23. Analisi degli istituti migliori per quanto riguarda l'alternanza scuola-lavoro come didattica

Si apre giovedì 21 novembre "Job&Orienta", il salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, in programma alla Fiera di Verona fino a sabato 23. L’evento, giunto alla 23esima edizione e promosso da VeronaFiere e Regione del Veneto, sarà quest’anno incentrato sul tema “Trovare lavoro a scuola”: nei tre giorni si parlerà della necessità di rafforzare il ruolo della scuola come soggetto attivo del mercato del lavoro, di valorizzare già tra i banchi la formazione in assetto lavorativo, infine di potenziare ogni canale e strumento utile a orientare i giovani nelle scelte formative e a supportarli nell’ingresso nel mondo del lavoro. Urgenze sempre più pressanti - alla luce dei desolanti dati nazionali sulla disoccupazione degli under 24, arrivata ormai al 40,4% (dati Istat settembre 2013) -, che sono state sancite come centrali anche dal “decreto scuola” approvato a inizio mese. Un decreto che ha reso finalmente l’orientamento attività didattica obbligatoria, stanziato fondi per implementare il sistema di alternanza scuola-lavoro, le attività di stage, il tirocinio, la didattica in laboratorio, e per la formazione dei docenti in tema di percorsi scuola-lavoro. A inaugurare la manifestazione l'intervento in videoconferenza del ministro del Lavoro, Enrico Giovannini. Nel pomeriggio sarà ospite il ministro Maria Chiara Carrozza.

I DATI IN ANTEPRIMA - Se nell'anno scolastico 2012-13 il 45,6% delle scuole Superiori (3.177 su 6.972 censite) ha utilizzato l'alternanza scuola-lavoro come metodologia didattica per sviluppare le competenze previste dall'indirizzo di studi, sono i licei a far registrare, rispetto all'anno precedente, l'incremento maggiore: +57,6%. E anche per quanto riguarda il numero dei percorsi, il maggiore aumento riguarda i licei che fanno segnare un +41,8%. Sono alcuni dei dati che saranno presentati giovedì 21 novembre a "Job&Orienta". Il dato sui licei se non in termini numerici - restano, infatti, gli istituti professionali e tecnici i più propensi ad adottare l'alternanza scuola lavoro - é certamente significativo sul fronte della percentuale di aumento considerando che tradizionalmente i licei sono coinvolti a fatica in questo tipo di esperienze.

Dagli esiti del monitoraggio sull'alternanza scuola lavoro, realizzato dall'Indire, per conto del Miur, risulta che dei 3.177 istituti coinvolti nell'Asl, il 44,4% sono professionali, il 34,2% tecnici, il 20% licei, 1,5% altri istituti. Essi hanno realizzato 11.600 percorsi, di cui 7.783 (67,1%) negli istituti professionali, 2.556 (22%) negli istituti tecnici, 903 (7,8%) nei licei e 86 (lo 0,7%) in altri istituti. Hanno formato 227.886 studenti, pari all'8,7% della popolazione scolastica della scuola secondaria di secondo grado che sono stati accolti in 77.991 strutture, di cui il 58,2% (45.365) sono imprese.

La manifestazione è a ingresso libero, previa registrazione online. Wi-fi libero e gratuito in tutta l’area espositiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento