Verona, Morandi torna dopo il successo: "In Arena il top della mia carriera"

Il cantante incontra il sindaco Tosi dopo il successo delle due serate concerto con 24 mila spettatori paganti: "Il mio rapporto con la città resterà eterno". Sulla Soprintendenza: "Grazie che non mi ha ostacolato"

Gianni Morandi con la chitarra acquistata al negozio "Musical box" di Verona

E' tornato a Verona per acquistare una chitarra Gibson, modello "Elvis Presley". Non sono passati molti giorni dall'evento in Arena, passato in diretta su Canale 5, con il quale Gianni Morandi ha fatto il botto di pubblico e successi. "E' stato un grande piacere vivere il momento più alto di tutta la mia attività, che dura da 50 anni". Lo ha detto lo stesso cantante, che a due settimane dal grande trionfo veronese, ha voluto incontrare mercoledì sera, nel corso di un appuntamento conviviale, il sindaco Flavio Tosi e i giornalisti per "ringraziare tutti coloro che - ha spiegato - ognuno per la sua parte, hanno contribuito a creare e realizzare questo evento".

"E' stato bellissimo - ha aggiunto Morandi - dividere questa emozione con Verona e questo rapporto con la città resterà eterno". Il cantante di Monghidoro, protagonista dei due concerti all'Arena trasmessi in diretta sulla ete Mediaset, sold-out con 12mila spettatori ogni sera e 6 milioni di media in televisione, poi è intervenuto indirettamente sulla polemica sull'utilizzo dell'anfiteatro, che vede il sindaco Tosi impegnato in un "braccio di ferro" con il Soprintendente per i beni archeologici del Veneto, Vincenzo Tinè: "Ringrazio il soprintendente che non si è messo di traverso" - ha detto Morandi. I due concerti sono stati organizzati da Gianmarco Mazzi ("non ho mai ricevuto manifestazioni di plauso per un evento come questo con Gianni Morandi"), con Arena Extra, società interamente partecipata dalla Fondazione Arena di Verona e il sovrintendente Francesco Girondini. Quest'ultimo ha evidenziato che "nella stagione del centenario del Festival, che da solo fattura 400 milioni di euro, ci sono state quasi 90 serate tra lirica ed extralirica, creando un indotto molto importante".

MORANDI SALUTA ARENA E CITTA' E FA IL BOTTO DI ASCOLTI: "PURE EMOZIONI"

"Davanti a queste cifre - ha concluso - si dovrebbe dire con una sorta di provocazione che l'Arena è troppo grande per una città piccola come Verona, che ha 270mila abitanti e con la stagione della lirica e dei concerti richiama 900mila spettatori. Dovrebbe essere a Parigi, New York o Milano, per capire la portata e la grandezza di questi eventi".

L'ORGANIZZATORE MAZZI CONTRO LA SOPRINTENDENZA: "NO AI CUSTODI CIMITERIALI"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento