Verona, famiglie e imprese strozzate dagli usurai. Nasce un nuovo Sportello per contrastare il fenomeno

Un gruppo di professionisti quali avvocati, commercialisti, consulenti bancari, psicologi ed altri esperti volontariamente dedicheranno il proprio tempo e il proprio lavoro per consulenze personalizzate

Da sinistra: Cesare Menini, Ivan Castelletti, Pier Luigi Paloschi, Francesco Bottacini, Patrizia Bravo

Nuovo Sportello di “consulenza e aiuto antiusura” aperto a San Giovanni Lupatoto, in via Porto 260. Il servizio, inaugurato venerdì mattina, ha l’obiettivo di contrastare i fenomeni criminali e dare sostegno agli imprenditori e alle famiglie in difficoltà ed è promosso dall’Ufficio antiusura del Comune di Verona, dalla Fondazione "Centri giovanili Don Mazzi" e dall’associazione “Sos Impresa”.

Un lavoro di rete con tante associazioni del territorio, come Adconsum e Confcommercio, e con le istituzioni, sempre attente ai nuovi fenomeni di disagio. Lo sportello di ascolto di via Porto a San Giovanni Lupatoto opererà a disposizione di tutto il territorio del triveneto con professionisti esperti disposti ad offrire il loro supporto consulenziale in modo totalmente volontario e gratuito all'interno della sede messa a disposizione dal "Centro di ascolto" di Ca' Sorio, nel Veronese. A disposizione dello Sportello si è affiancato infatti un gruppo di professionisti quali avvocati, commercialisti, consulenti bancari, psicologi ed altri esperti che, volontariamente, dedicheranno il proprio tempo e la propria professionalità per consulenze personalizzate, iniziative di formazione dedicate alla popolazione e qualsiasi forma di aiuto per trovare soluzione a questo tema diventato ormai emergenziale per molte famiglie e giovani.

Lo Sportello sarà aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17 a partire da lunedì 17 febbraio 2014 presso il Centro di Ascolto di Ca' Sorio e al numero di telefono 045.8650794. Il servizio prevede un operatore pronto a ricevere le richieste di aiuto, il quale ascolterà le problematiche e compilerà una prima scheda di raccolta dati dell'utente, non potendo approfondire con dati sensibili. Un esperto valuterà la domanda entro 15 giorni dalla segnalazione, deciderà le possibilità d'intervento, favorendo l'incontro dell'utente con il professionista più indicato. Verrà fissato quindi, qualora necessario, un appuntamento per approfondire la problematica personale e trovare le eventuali soluzioni.

“Dopo l’apertura dell’Ufficio antiusura, attivato nel 2008 dal Comune di Verona – ha detto l'assessore comunale alle Finanze di Veorna, Pierluigi Paloschi – e la sottoscrizione con l’associazione “Sos Impresa” di un protocollo d’intesa finalizzato ad un potenziamento dei servizi offerti sul territorio per sostenere le piccole imprese artigianali e commerciali ma anche le famiglie in condizioni di grave indebitamento, non posso che essere orgoglioso che questo progetto si allarghi. Numerosi ormai sono gli Enti decisi a mettere in atto azioni mirate alla prevenzione, all’informazione e alla repressione, con atto di denuncia, del fenomeno dell’usura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento