Verona, famiglie in difficoltà: dal Comune messi da parte 25mila euro per pagare le bollette ai veronesi

Un successo per il Pd di Verona che l'aveva proposto: "Confermiamo il nostro impegno per il 2015 a destinare una quota ulteriore per incrementare il fondo di solidarietà a sostegno delle povertà emergenti"

Una manifestazione contro gli sfratti

"Con grande soddisfazione abbiamo potuto prendere visione della destinazione concretamente assegnata al contributo di 25mila euro per le famiglie in difficoltà ottenuto dal gruppo consiliare Pd con la manovra emendativa al bilancio previsionale 2013". Spiegano così il successo dell'iniziativa, i consiglieri veronesi Michele Bertucco e la segretaria cittadina, Orietta Salemi. Dal rendiconto dell'amministrazione per le Politiche sociali risulta che tale denaro è andato ad ammortizzare la spesa complessiva sostenuta dal Comune di Verona nel 2013 per pagare le utenze di cittadini in difficoltà economica con quietanza diretta alle aziende fornitrici. Il settore competente, dai dati in possesso del Pd di Verona, ha effettuato, nel 2013, 186 interventi per una spesa complessiva di circa 81mila euro.

Tra le aziende beneficiarie del pagamento spicca naturalmente Agsm che ha visto saldare bollette per 72mila euro, segue Acque Veronesi con circa 4mila euro, Edison Energia con 3mila euro ed Enel con 2mila euro.

"In attesa di ricevere un altrettanto cortese riscontro della destinazione dei fondi ottenuti con la manovra emendativa relativa al bilancio previsionale 2014, - continuano i Dem di Verona - confermiamo il nostro impegno, anche per il 2015, a destinare una quota ulteriore per incrementare il fondo di solidarietà a sostegno delle povertà emergenti e chiamiamo tutte le forze politiche sensibili a condividere questo obiettivo. Concentrando la posta degli emendamenti e incrementando la cifra anche ben al di sopra dei 25mila euro, potremmo andare a integrazione delle erogazioni regionali e statali, offrendo anche la garanzia di stabilizzazione del fondo stesso, almeno per questi anni che registrano una crisi strutturale, come emerge continuamente dai lavoratori delle aziende in difficoltà della nostra provincia, che regolarmente si appellano all'amministrazione e alle forze politiche".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ANCHE A VILLAFRANCA - Intanto il Comune di Villafranca fa sapere che c’è tempo fino alle 12e30 di venerdì 12 dicembre 2014 per chiedere un aiuto relativamente agli affitti pagati nel 2013. Le risorse messe a disposizione, provenienti di fondi comunali, regionali e nazionali, sono destinate a sostenere le famiglie con redditi limitati che nel 2013 erano titolari di regolare contratto di locazione. Il bando contenente i requisiti e la documentazione richiesti, nonché il modulo di domanda, sono disponibili presso l’Ufficio Servizi Sociali (dal lunedì al venerdì ore 8.45 – 12.30 e martedì pomeriggio 15.30 – 17.30) e sul sito del Comune di Villafranca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento