Verona, crea un falso profilo su Facebook per conoscere le ragazze: finisce dal giudice e multato

Un 19enne di Isola della Scala finisce nei guai per l'utilizzo "improprio" del popolare social network: si era spacciato per una sua ex compagna di scuola e aveva cominciato a chiedere "amicizie" a quelle che gli piacevano

Finito nei guai per aver creato un account su Facebook sotto falso nome con l’obbiettivo di conoscere nuove ragazze online. Il problema è che il 19enne di Isola della Scala, diplomatosi da poco e proveniente da una famiglia benestante, si è spacciato per una sua ex compagna di classe sua compaesana nonché figlia di un noto esponente politico locale. L’avrebbe scelta tra le sue altre conoscenze perché proprio lei aveva un bel po’ di amiche carine. Così si è messo all’opera e ha creato il profilo sul social network arrivando in breve tempo a far cadere “nel tranello” almeno 33 ragazze. Poi, man mano che aumentavano i “Mi piace” e gli “amici” su Facebook, sono cominciati i guai. Una ragazza in particolare, quella che il 19enne voleva corteggiare di più, aveva contattato la vera compagna di scuola per chiederle spiegazioni sulle continue “richieste di amicizia”. E i sospetti dell di quest’ultima si sono fatti talmente importanti che si è rivolta alla polizia, denunciando il furto di “identità online”. Non ci è voluto molto, poi, per risalire al ragazzo veronese.

Secondo quanto riportano i quotidiani locali, il giovane è stato accusato di sostituzione di persona facendo in modo di indurre in errore molti utenti. Il giovane si è dovuto presentare davanti al giudice: ha patteggiato 16 giorni di reclusione, convertiti poi in 4mila euro di multa. Scusandosi con la sua ex compagna, le ha poi offerto un risarcimento che è stato rifiutato con l’invito di fare un’offerta alla parrocchia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento