Verona, chiamate in successione ai centralini: scatta un "allarme bomba" all'Agenzia delle Entrate

Tutti gli impiegati e i cittadini presenti al momento sono stati invitati ad uscire. Sgomberati anche i locali del palazzo in via Da Porto dove si trovano altri uffici dell'ente che riscuote le tasse

Una serie di chiamate ai carabineiri che poi hanno messo in moto le procedure di emergenza chiamando polizia e vigili del fuoco.

Un "allarme bomba" è scattato poco dopo le 10, nella sede dell'Agenzia delle Entrate, in via Fermi, zona industriale di Verona, e quella in centro. Si sono mobilitati gli agenti della polizia, con la sezione degli artificieri, e due equipaggi di vigili del fuoco, uno per ogni sede. Al centralino del 112 di Verona sono giunte quattro chiamate in rapida successione con le quali è stata segnalata la presenza di alcuni ordigni posizionati nell'edificio. Tutti gli impiegati e i cittadini presenti al momento sono stati invitati ad uscire. Sgomberati anche i locali del palazzo in via Luigi Da Porto dove si trovano gli altri uffici delle Entrate. Le telefonate anonime, tre praticamente mute e una in cui venivano annunciati gli ordigni, hanno infatti segnalato la presenza di bombe in entrambe le sedi. Seguendo le procedure, anche aziende ed edifici accanto sono stati liberati dalle persone. In Zai il lavoro più oneroso, dato che sono stati sgomberati i locali su sette piani, cinque di uffici e due degli scantinati.

Alla fine degli accertamenti, verso le 13, non è stato ritrovato nulla di sospetto. La polizia teme che si tratti dell'ennesimo annuncio per scatenare il panico in quello che da molti anni è considerato un luogo "sensibile". Si potrebbe trattare quindi di un mitomane che, una volta individuato, potrà venire denunciato per "procurato allarme".

Numerosi disagi si sono verificati soprattutto nel palazzo in centro: il traffico nell'isolato, a qualche centinaio di metri dal municipio di Verona, è stato interrotto e la Municipale ha dovuto deviare il traffico fino dopo all'ora di punta, peraltro nella giornata in cui scadevano i pagamenti di Tasi e Imu. La registrazione della telefonata sarebbe già in possesso degli investigatori per cercare di identificare il responsabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento