Verona, botte ripetute e violenza sessuale sulla figlia malata di 6 anni: arrestata la madre 44enne

La donna era stata giudicata colpevole nel 2009: cinque anni prima avrebbe sottoposto a maltrattamenti e torture la piccola, affetta da cardiopatia: all'ennesima violenza era stata ricoverata in ospedale dov'è morta

Era latitante da undici anni e su di lei pendeva un ordine di carcerazione per violenza sessuale sulla piccola figlia gravemente malata. Con queste accuse la madre romena di 44 anni, è stata arrestata dagli investigatori della Squadra mobile della polizia di Verona. Una storia terribile che ora si conclude con il carcere. Secondo la ricostruzione, la donna era stata giudicata colpevole nel 2009: cinque anni prima avrebbe sottoposto a maltrattamenti ripetuti, con episodi di violenza sessuale, la figlia, che all'epoca dei fatti aveva 6 anni ed era affetta da cardiopatia. Dopo l'ennesimo caso la piccola era stata portata all'ospedale ma non ce l'aveva fatta a superare i traumi subiti. Era morta per attacco cardiaco. Il suo corpicino, pieno di cicatrici, aveva poi svelato l'odissea di tormenti e torture che era stata costretta a subire dalla madre, con la complicità dell'allora compagno connazionale.

Alla luce dei fatti, la Procura generale di Roma, nel 2009, aveva emesso un ordine di carcerazione per i reati di maltrattamenti e violenza sessuale su minore. Una condanna a 11 e 8 mesi anni in contumacia (la più alta per questo tipo di reati), dato che la donna aveva fatto perdere ben presto le tracce. Le indagini, aperte dalla polizia della Capitale e passate per il paese natale della ricercata, la Romania, avevano chiarito che la fuggitiva aveva cambiato il suo cognome. La pista ha poi portato alla provincia di Verona. Gli investigatori scaligeri hanno così avviato accertamenti, controlli e appostamenti e alla fine hanno bloccato la donna. Lavorava come bracciante agricolo e viveva in un'abitazione nella frazione di Mambrotta a San Martino Buon Albergo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento