Verona, al Bentegodi match decisivo della Nazionale femminile per i Mondiali: l'entrata è gratuita

Da Antonio Cabrini a Patrizia Panico, da Melania Gabbiadini alle altre due veronesi Federica Di Criscio e Cecilia Salvai, l'Italia del calcio in rosa fa appello a tutti i tifosi per sostenere: "Venite a vederci"

Si giocherà giovedì 27 novembre allo stadio "Bentegodi" di Verona la partita di calcio femminile Italia – Olanda, gara di ritorno del play-off per l’accesso alla fase finale della Coppa del Mondo 2015. L’incontro, ad ingresso gratuito, è stato presentato dal Sindaco Flavio Tosi che ha incontrato in municipio il commissario tecnico Antonio Cabrini. “Siamo onorati di poter ospitare questa importante partita – ha detto Tosi – appuntamento imperdibile per Verona, che per quanto riguarda il calcio femminile vanta una lunga tradizione. Si tratta di un match fondamentale e la nazionale ha bisogno del sostegno di un pubblico numeroso. Per questo invitiamo tutti i veronesi, ma non solo, ad essere presenti giovedì sera e a tifare le azzurre”.

Il match (fischio d'inizio alle 20e30) sarà visibile in diretta su Rai Sport 1. I biglietti potranno essere ritirati gratuitamente da domani, martedì 25 novembre, nell’Hellas Verona Store di via Cattaneo, nelle sedi di AC Chievo Verona in via Galvani e di Agsm Verona FCG in via Sogare, negli uffici del Coordinamento Sport del Comune di Verona in largo Divisione Pasubio, mentre da mercoledì 26 novembre nelle biglietterie dello stadio Bentegodi. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.vivoazzurro.it.    

“E’ una gara difficilissima, per noi è la partita della vita. Dobbiamo resettare tutto e partire da zero" ha spiegato Cabrini. Si parte dall’1-1 dell’andata, un risultato che lascia completamente aperto il discorso qualificazione: “Alle ragazze – ha dichiarato Cabrini - ho detto che bisogna cancellare dalla testa tutto, compreso il risultato di sabato". I numeri non sono dalla nostra parte (in Olanda ci sono 140 mila iscritte, da noi appena 11mila) e il nostro movimento accusa ancora un forte ritardo rispetto ad altri Paesi. La Figc vuole colmare al più presto questo gap e il presidente Tavecchio ha più volte ribadito la necessità di valorizzare il calcio femminile, una crescita che sarebbe senza dubbio agevolata dalla partecipazione della nostra nazionale al Mondiale di Canada 2015: “Quando andiamo all'estero – ha sottolineato Cabrini - sfidiamo delle vere atlete. Le nostre ragazze militano in società sportive dove magari non c'è il preparatore atletico piuttosto che quello dei portieri, mentre all'estero c'è grande competenza. Ci manca il lavoro di qualità fatto in settimana e questo si vede in campo internazionale, dove c'è un grosso divario dal punto di vista fisico. Per fortuna la federazione sta puntando molto sul calcio femminile e stiamo facendo passi da gigante".

ITALIA - OLANDA AL BENTEGODI: LE CONVOCATE

Sabato scorso, a L’Aia, l’Olanda è stata trascinata dal tifo di 14mila spettatori e la speranza è che il pubblico veronese non sia da meno. L’ingresso è omaggio, un motivo in più per spingere le azzurre verso la fase finale a quindici anni di distanza dall’ultima partecipazione al Mondiale statunitense: “Le nostre ragazze fanno tanti sacrifici – ha spiegato il tecnico – e con la passione riusciamo a giocare alla pari e a dar fastidio a nazionali che hanno numeri nettamente superiori ai nostri. Verona ha una lunga tradizione nel calcio femminile e spero che giovedì venga tantissima gente allo stadio”.

“Venite in tanti allo stadio per trascinarci al Mondiale”. Da Antonio Cabrini a Patrizia Panico, da Melania Gabbiadini alle altre due "veronesi" Federica Di Criscio e Cecilia Salvai, l’Italia del calcio in rosa fa appello a tutti i tifosi per sostenere giovedì (calcio d’inizio alle ore 20.30) la Nazionale Femminile nel match di ritorno della finale del play off Mondiale tra Italia e Olanda. Dopo l’1-1 della gara di andata, i novanta minuti del Bentegodi saranno decisivi per ottenere la qualificazione a Canada 2015.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Auto si schianta contro un tir sulla A22: perde la vita un uomo di 53 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento