Verona, in auto con presunti arnesi da scasso e documenti falsi: la polizia li stana ma li deve liberare

Accompagnati in questura, i tre sono risultati inottemperanti a precedenti espulsioni del questore di Reggio Emilia ma, non essendo considerate calamite come attrezzatura per delinquere non si è potuto procedere all’arresto

Una "falla" nel Codice di procedura penale non ha permesso di continuare gli accertamenti di polizia e così, di fatto, sono stati liberati. Alle 9e30 di lunedì mattina i poliziotti della questura di Verona hanno fermato, per un controllo, un’auto sospetta con targa francese. A bordo sono stati identificati tre cittadini georgiani poi trovati in possesso di patenti di guida del proprio Paese e permessi di soggiorno emessi dal Portogallo ma risultati falsi. Addosso avevano due paia di guanti e delle potenti calamite, del tipo utilizzato per le manovre di forzatura delle porte blindate.

Accompagnati in questura, i tre sono risultati inottemperanti a precedenti espulsioni del questore di Reggio Emilia ma, non essendo considerate le calamite come "arnesi da scasso" dal Codice non si è potuto procedere all’arresto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Due sono stati rilasciati e denunciati a piede libero per mancato rispetto dell’ordine di allontanamento e per uso di documenti falsi mentre il terzo è stato riaccompagnato al confine di Ventimiglia, applicando una procedura semplificata, prevista dall’accordo bilaterale italo francese sulla “Riammissione”, stipulato a Chambery il 3 ottobre 1997. Tale mezzo consente di imputare la responsabilità della presenza dello straniero irregolare al primo Stato che ne consentì l’ingresso o soggiorno, ponendo in capo a quest’ultimo ogni onere ed obbligo sulla trattazione dell’extracomunitario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Fatture false per evadere l'Iva, sequestri per 74 milioni ad azienda veronese

  • Virus: 15 nuovi casi totali di positivi in Veneto, 6 sono a Verona che segna zero morti in 24 ore

Torna su
VeronaSera è in caricamento