Verona, ancora occupazioni abusive: sei persone allontanate dall'ex sede Enel di via Tiberghien

Sei tunisini sono stati trovati dalla polizia municipale all'interno dell'edificio: sgomberati e denunciati per danneggiamento, invasione e occupazione abusiva. In un controllo analogo, 24 ore prima, in via Unità d'Italia aveva portato all'allontanamento di altre tre persone

Ancora un'occupazione abusiva e ancora delle persone allontanate. Questa volta sono sei, tutte di nazionalità tunisina; appena 24 ore fa era toccato a due romeni e ad un moldavo.

Nuovo blitz antidegrado da parte della polizia municipale in via Tiberghien, dove sono stati trovati sei tunisini di età compresa tra i 29 e i 55 anni all'interno dell'ex sede Enel, uno stabile in disuso ora di proprietà di un'impresa milanese, che proprio oggi doveva murare alcuni varchi aperti.

I sei sono stati fatti uscire e sono stati accompagnati per accertamenti al Comando, dove sono emerse diverse irregolarità. Tutti sono stati pertanto indirizzati all'Ufficio stranieri della Questura e denunciati all'autorità giudiziaria per i reati di danneggiamento, invasione e occupazione abusiva.

Il giorno prima un analogo controllo aveva interessato il vicino complesso Tiberghien di via Unità d'Italia. All'interno la polizia municipale aveva trovato due romeni di 57 e 52 anni e un moldavo di 44 anni, che si erano introdotti all'interno dell'edificio dopo aver danneggiato la recinzione e praticato un foro nel muro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La città di Verona con le sue inestimabili meraviglie diventa protagonista in tv sulla Rai

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vince 75mila euro a L'Eredità e si taglia i capelli con Flavio Insinna

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

Torna su
VeronaSera è in caricamento