Verona, in A4 organizzano le auto e trasportano 20 chili di hashish: il compratore non c'è. La polizia sì

Avevano pensato a "viaggiare in sicurezza", partendo da Desenzano (Brescia). Una serviva da “avanscoperta” mentre l’altra conteneva il carico. All'area di servizio veronese scattano le manette

Sono finiti in manette trafficanti e corrieri. In tutto venti chili di hashish, in transito sulla autostrada A4, la Milano-Venezia e cinque persone, di origine albanese, arrestate. Avevano organizzato due auto per sicurezza, partendo da Desenzano (Brescia). Una serviva da “avanscoperta” mentre l’altra conteneva il carico. Quando, venerdì pomeriggio, si sono fermati nel parcheggio dell’area di servizio “Scaligera est”, al posto dei compratori reali c’era la polizia.

Le auto erano state parcheggiate vicine e i corrieri erano scesi in attesa dello scambio. Attendevano qualcuno ma hanno trovato solo guai. Sono stati tratti in arresto e i mezzi perquisiti: sono così emersi i chili di “fumo”. Portati in carcere a Montorio, come spiega il Corriere Veneto, i cinque spacciatori sono comparsi davanti al giudice per le indagini preliminari, Guido Taramelli, per la convalida dell’arresto. Per tutti è stato confermata la misura della restrizione dietro le sbarre. Le indagini proseguono per ricostruire il traffico imbastito dalla banda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento