Picchia e rapina due ragazzi a Verona e Bussolengo, 20enne in carcere

Le prognosi delle vittime sono di dieci e di cinque giorni. Il giovane si sarebbe avvicinato a loro e poi le avrebbe prese a calci e pugni per portargli via soldi e oggetti di valore

Foto generica di repertorio

Un ragazzo di vent'anni è stato portato in carcere a Montorio con le accuse di rapina, furto aggravato e lesioni. Le iniziali del nome del giovane sono V.R. e all'inizio di questo mese di settembre avrebbe picchiato e derubato due ragazzi.

Il primo episodio sarebbe avvenuto a Verona, domenica 1 settembre. V.R. si sarebbe avvicinato alla vittima, prendendola poi a calci e pugni, per portargli via le chiavi, il cellulare, il bancomat e circa 150 euro, come riportato da Fabiana Marcolini su L'Arena. Per il rapinato, la prognosi è stata di dieci giorni, per guarire delle ferite e dalle contusioni riportate.

La seconda rapina sarebbe stata a Bussolengo, due giorni dopo. La vittima è un ragazzino di 13 anni, il quale sarebbe stato preso a pugni e V.R. avrebbe usato anche una lattina per colpire il giovanissimo, a cui è stata portata via una collanina d'oro. Per il tredicenne la prognosi è di cinque giorni.

V.R. è stato fermato domenica scorsa, 8 settembre, e in carcere è a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il panettone più buono secondo Iginio Massari? Lo produce un pasticciere veronese

  • Incidente mortale a Verona: auto contro un muro, perde la vita un 47enne di Cerea

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 13 al 15 settembre 2019

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

Torna su
VeronaSera è in caricamento