Disinfestazione per i topi a Verona. Valdegamberi: "E i lupi in Lessinia?"

Sarcastico intervento del consigliere regionale veronese: "Perché ci si accanisce sui poveri topolini, mentre il lupo non può essere nemmeno contenuto numericamente?"

Comune di Verona, Amia e Ulss sono impegnate per risolvere un problema che sta interessando porzioni sempre più grandi del capoluogo, sia in centro che in periferia: i topi. Le segnalazioni dei residenti veronesi crescono e si vedono soprattutto vicino ai bidoni o ai cestini della spazzatura dove gli animaletti cercano cibo.

Un fatto su cui il consigliere regionale veronese Stefano Valdegamberi ironizza per sostenere la sua posizione contro il mantenimento del lupo in Lessinia, animale che preda anche gli animali degli allevamenti, creando così un costante danno economico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Perché mai queste miti e innocue creature dovrebbero venire barbaramente avvelenate, facendole morire di morte atroce? - chiede sarcasticamente Valdegamberi - Non sono animali come tutti gli altri? Nessuna associazione ambientalista, Wwf, Legambiente, lega Anti-vivisezione, Italia Nostra prende le loro difese? Perché discriminare questi animali rispetto ad altri molto più dannosi e pericolosi? Non hanno anche loro il diritto di vivere nelle fogne, loro habitat naturale? Perchè il lupo che fa quotidianamente stragi di animali in Lessinia, compromettendo l'ecosistema e le millenarie attività pastorali, non può essere nemmeno contenuto numericamente mentre ci si incattivisce avvelenando questi poveri topolini? O forse gli animali vanno tutelati quando sono in casa di altri mentre quando danno fastidio in casa propria si smette di essere idealisti e di fare gli ambientalisti da salotto? Giù la maschera! Basta ipocrisia di un falso ambientalismo pieno di ideologia e di contraddizioni. Gli animali vanno rispettati ma ci vuole equilibrio, quando questo equilibrio non avviene in natura dev'essere garantito dall'uomo. Diversamente si fanno danni, tanto in montagna come in città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in vigore la nuova ordinanza firmata da Zaia: cosa cambia a Verona

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Torna su
VeronaSera è in caricamento