Aggressione ai dirigenti Hellas. "Da condannare come i cori dei veronesi"

L'U.S. Avellino chiede che a pagare per un gesto isolato non sia tutta la tifoseria, da sempre corretta. E chiede di valutare anche i cori dei tifosi gialloblu riferiti al terremoto dell'Irpinia

Condanna per il gesto e rammarico per gli strascichi della vicenda. Questo ha espresso l'U.S. Avellino oggi, 16 febbraio, dopo la denuncia agli otto tifosi irpini per il lancio di una bottiglia contro l'auto in cui viaggiavano il presidente e due dirigenti dell'Hellas Verona. "Una vicenda che rischia di penalizzare l'intera tifoseria biancoverde - scrive la società di calcio campana - la cui immagine finisce per emergere in maniera del tutto distorta, rispetto al gesto compiuto da un singolo individuo. Un episodio che, seppure isolato, lede l’immagine di una città e di una tifoseria che si è sempre distinta per il suo comportamento generoso, civile e corretto, in ogni occasione".

Il timore è che oltre ai tifosi protagonisti dell'aggressione, paghino anche i tifosi corretti, a cui potrebbe essere vietata la trasferta di Cittadella. "Non può e non deve passare un'immagine distorta della stragrande tifoseria biancoverde rispetto al gesto deprecabile ma isolato, ampiamente condannato da tutti", scrive l'U.S. Avellino che si appella anche alle istituzioni "affinché si consideri il sempre meritevole comportamento dei sostenitori dell’Avellino con l'obiettivo di non penalizzare un'intera tifoseria, isolando i singoli autori dell’episodio".

Il club di calcio irpino chiede però anche di valutare il comportamento dei tifosi veronesi "che per l’intera partita di sabato scorso anziché sostenere la propria squadra, hanno intonato cori offensivi e di pessimo gusto, facendo riferimento al disastro del terremoto in Irpinia del 1980, una ferita aperta per le nostre popolazioni. Un atteggiamento che non ha sollevato le coscienze delle istituzioni e anche dei dirigenti della squadra ospite, i quali non hanno sentito il dovere di scusarsi per cori e parole che fanno male quanto un atto di violenza".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Statale 434, scontro tra 2 mezzi pesanti e 3 auto. Ferito liberato dalle lamiere

    • Cronaca

      Più di 1000 persone soccorse al giorno: il Suem 118 festeggia i suoi 25 anni

    • Cronaca

      Aeroporto Catullo, poliziotti sedano la rissa in un aereo e arrestano un ladro

    • Politica

      Sboarina candidato sindaco, i contrari di Forza Italia scrivono a Berlusconi

    I più letti della settimana

    • Patentino per proprietari di cani obbligatorio per alcune razze: via ai corsi

    • Deceduto in ospedale il giovane di Legnago dopo l'incidente sulla 434

    • Auto sbatte contro un palo e si ribalta: conducente estratta dalle lamiere

    • Matteo non ce l'ha fatta: con il suo scooter era finito contro un'auto

    • Scontro all'incrocio tra una Mercedes e un'Audi che si ribalta: ferita una donna

    • Manager della filiale italiana, truffa l'azienda e fa sparire 10 milioni di euro

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento