Picchia la moglie e abusa della figlia, 46enne alla sbarra a Verona

In tribunale, la compagna e le figlie hanno confermato i maltrattamenti e i due casi di violenza sessuale imputati all'uomo

Foto di repertorio

Si è tenuta ieri, 24 maggio, a Verona l'udienza del processo che vede un uomo di 46 anni accusato dalla moglie e dalle figlie di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale. In tribunale, ieri, hanno raccontato la loro versione le tre donne, mentre l'imputato parlerà nella prossima udienza.

I maltrattamenti sarebbero avvenuti dal 2008 al 2014, mentre sarebbero due i casi in cui l'uomo avrebbe violentato una delle sue figlie, nell'autunno del 2013 e nel gennaio del 2014, come riportato da Manuela Trevisani su L'Arena. Le denunce, però, sono partite nel 2015, quando la figlia ha confessato alla madre quello che aveva subito.
La donna, in tribunale, ha testimoniato che il marito in un'occasione avrebbe cercato di strangolarla e in una lite per gelosia l'avrebbe picchiata con il ferro da stiro. Violenze che non la spinsero a denunciare, un po' per paura e un po' per non dover ammettere il fallimento della famiglia. Alle parole della madre si sono aggiunte quelle delle figlie, la più grande ha confermato i due abusi sessuali avvenuti dopo alcuni litigi con il padre, mentre la figlia più piccola ha rivelato di aver mentito per difendere suo padre, come quando gli forniva le sue urine per poter superare gli esami del Sert. L'uomo infatti era in cura per la dipendenza dal gioco d'azzardo e dalla droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento