Rientra in hotel ubriaco, sbaglia stanza e picchia l'uomo che la occupa

È accaduto in provincia di Rimini, in un albergo situato sul lungomare di Bellaria dove alloggiava un 28enne residente in provincia di Verona, finito poi in manette dopo aver opposto resistenza anche ai carabinieri

Immagine generica

Non si sarebbe accorto di aver sbagliato stanza, ma dopo aver malmenato l'incolpevole turista presente all'interno, si sarebbe anche scagliato contro i militari intervenuti. Era la notte di domenica quando i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Rimini hanno tratto in arresto G.H., 28enne di origini moldave, da anni residente nel Veronese e già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. 

Stando a quanto riferito dall'Arma, l'uomo si trovava in provincia di Rimini in vacanza e quella notte avrebbe fatto ritorno al proprio albergo, situato sul lungomare di Bellaria, in evidente stato di alterazione psicofisica, trovando la porta della camera aperta. Peccato però non si trattasse della sua stanza e, una volta entrato, vi ha trovato all'interno un turista bosniaco classe 1946 che si stava preparando per andare a letto. 
Complice qualche bicchiere di troppo e convinto di essere nella camera giusta, G.H. avrebbe aggredito immendiatamente il turista, che invano cercava di dare spiegazioni. A nulla sarebbe servito l'intervento di altri ospiti della struttura che cercavano di dividere i due e di riportare la situazione alla calma, così è scattata la richiesta di intervento al 112. 
Nonostante l'arrivo dei carabinieri però, il 28enne avrebbe continuato a mostrarsi aggressivo cercando di colpire nuovamente il turista bosniaco, spintonando anche i militari ai quali avrebbe rivolto frasi minacciose ed oltraggiose, venendo infine calmato e bloccato. Fatto salire a fatica a bordo dell’auto di servizio, G. H. è stato condotto in caserma e dichiarato in stato di arresto, per essere stato colto in flagranza dei reati di resistenza, violenza ed oltraggio a pubblico ufficiale.
Completate le  formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della stazione Rimini Principale in attesa della celebrazione del rito direttissimo avvenuta lunedì, con l'uomo che, dopo la convalida, ha patteggiato 10 mesi di reclusione e l’obbligo quotidiano di presentazione alla Polizia Giudiziaria
Lo sfortunato turista invece è stato trasportato al Pronto soccorso dell’ospedale Infermi di Rimini, dove è stato ricoverato per le cure del caso essendo state riscontrate varie fratture al volto. 

Potrebbe interessarti

  • Autostima: cos'è e come ci si lavora

  • Sanità, nascono in Veneto i team di assistenza primaria: «Facilitare l'accesso alle cure»

  • Avis Regionale Veneto e Confservizi Veneto: siglata una importante collaborazione

  • Riso: proprietà e ricette salutari

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla SR450, tre ragazzi investiti da un'auto: due 20enni morti

  • Trattore si ribalta e non gli lascia scampo: morto un agricoltore

  • Cadavere trovato nel canale "Menaghetto": la donna è stata identificata

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 19 al 21 luglio 2019

  • Stroncata da una malattia durante una vacanza: 17enne muore in Grecia

  • Incidente in moto sull'A22 all'uscita per Affi: un morto e un ferito grave

Torna su
VeronaSera è in caricamento