Traffico di cocaina dal Centro America, fermati 3 corrieri

Operazione della Finanza a San Michele Extra: sequestrati 57 ovuli di cocaina per 700 grammi

Traffico di cocaina dal Centro America, fermati 3 corrieri
Erano in tre, tutti dominicani: due corrieri che facevano la spola da Santo Domingo a Verona, e un basista a San Michele Extra. Quando le indagini della guardia di finanza hanno confermato i sospetti sui tre trafficanti, è partita la perquisizione domiciliare e il sequestro di sette etti di cocaina di ottima qualità divisa in 57 involucri. Sono ancora in corso gli accertamenti per verificare quanti viaggi avessero compiuto nel giro di sette anni.

Il basista, Deivis Gerardo Tamares di 28 anni, era infatti presente a Verona dal 2004, e si era già fatto conoscere alle forze dell’ordine per alcuni reati analoghi. Era lui ad ospitare, nel suo appartamento di San Michele Extra, i due corrieri, Rafael Gerardo Batista, 26 anni, e David Josè Martinez, 32, entrambi residenti in Spagna. Sempre lui riforniva al dettaglio spacciatori e tossicodipendenti di tutta la provincia veronese. “Un gruppo criminale particolarmente attivo- dichiara il colonnello Bruno Biagi del Comando di via Mazza-. I due corrieri partivano in aereo da Santo Domingo dopo aver ingerito gli ovuli e volavano alla volta di Madrid per fare scalo a Fiumicino. Poi partivano in auto per Verona”.

Ai militari il primo campanello d’allarme l’aveva fatto suonare il fermo e la perquisizione personale di Tamares, nei dintorni del suo appartamento, mentre stava spacciando ad alcuni clienti. Addosso aveva tre ovuli, per un totale di 30 grammi di polvere bianca. La successiva perquisizione domiciliare ha fatto il resto. Nell’appartamento sono stati identificati i due complici, arrivati dal Centro America pochi giorni prima. È stato il cane Saca, dell’unità cinofila a scoprire, poi, il contenuto di alcuni bagagli a mano nella stanza degli ospiti. Dentro c’erano 57 ovuli di cocaina per un totale di 691 grammi che, immessi sul mercato, avrebbero fruttato circa 200mila euro. Ai tre narcotrafficanti è stato convalidato l’arresto ieri mattina a seguito dell’interrogatorio davanti al pm Elisabetta Labate. Ora sono detenuti a Montorio con l’accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 febbraio 2020

  • Rubavano dalla cassa del negozio per cui lavoravano: commesse in manette

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

  • Tre persone portate in ospedale dopo un scontro frontale tra due auto

Torna su
VeronaSera è in caricamento