Cocaina purissima dal Sud America all'Italia, due arresti in un hotel di Affi

Gli arrestati sono due uomini con cittadinanza del Guatemala. Lo stupefacente sarebbe stato trasportato in 352 panetti e avrebbe un peso complessivo di 383 chilogrammi

Foto generica di repertorio

Venerdì scorso, 24 gennaio, sono stati fermati dai finanzieri di Catania e di Verona e ieri, 25 gennaio, per loro si è tenuta l'udienza di convalida nel carcere di Montorio. Due cittadini del Guatemala sono accusati di traffico internazionale di stupefacenti, nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Procura di Catania. L'arresto dei due sospetti narcotrafficanti è avvenuto nel B&B Hotel di Affi, quando i Baschi Verdi catanesi e veronesi erano sicuri di poter concludere positivamente il blitz.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri, i due arrestati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, come riportato da Laura Tedesco sul Corriere di Verona. Contro di loro, però, ci sarebbero prove schiaccianti. I guatemaltechi avrebbero portato in Italia un grande quantitativo di cocaina purissima dalla Colombia. Lo stupefacente finito sotto i sigilli sarebbe stato confezionato in 352 panetti, con un peso complessivo di 383 chilogrammi e con una capacità di movimentare giri di denaro da cinque milioni di euro. La cocaina sarebbe arrivata dal Sud America a Catania e lì si sarebbe fermata. Mentre, dal capoluogo siculo, i due presunti narcotrafficanti avrebbero volato verso l'aeroporto Catullo di Verona. I finanzieri hanno voluto aspettare il momento giusto per fermarli e quel momento è arrivato quando i due guatemaltechi si sono fermati nell'hotel di Affi. E pare che con loro, i due avessero banconote di varie valute, dal valore totale di circa 35mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in vigore la nuova ordinanza firmata da Zaia: cosa cambia a Verona

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • Coronavirus, nuovi casi positivi a Verona ma rallentano ricoveri e decessi

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

Torna su
VeronaSera è in caricamento