Terence Hill in sella alla sua Harley per l'inaugurazione del Motor Bike Expo 2017

Sarà un'inaugurazione davvero speciale quella di venerdì 20 gennaio a Veronafiere dove per l'occasione arriverà in sella al suo "nuovo cavallo" di razza nientemeno che Terence Hill

Venerdì 20 gennaio scatterà a Veronafiere una nuova entusiasmante edizione del Motor Bike Expo e per l'inaugurazione ufficiale ci sarà anche il grande Terence Hill. L'attore reso famoso dai tanti "Spaghetti Western" e più recentemente tornato in auge grazie al piccolo schermo con le serie Tv "Don Matteo" e "Un passo dal cielo", sarà l'ospite d'onore in compagnia della sua amata Harley Davidson custom.

Si tratta di una motocicletta ispirata alla carriera cinematografica di Terence Hill, all'anagrafe Mario Girotti, e che è stata anche utilizzata per le riprese del suo film "La chiamavano Maryam" in uscita a marzo e di cui è il regista.

Ma non sarà l'unico grande ospite di questa edizione del Motor Bike Expo, presenti infatti sabato il frontman dei Litfiba Piero Pelù e poi dj Ringo, Giovanni di Pillo. Infine, domenica sarà la volta anche di Vittorio Sgarbi.  piero pelù moto-2

BIKER IDENTIK, L'INDAGINE DELLA REGIONE VENETO - Ha un’età media intorno ai 38 anni, viaggia molto, dispone di buone possibilità economiche, predilige mete nelle quali è ben accolto, alloggia in strutture confortevoli e attrezzate, ama la qualità a tavola, porta con sé ben poco e compra quasi tutto sul territorio, del Veneto ama molto la montagna e le città d’arte e si augura di ritornare nella nostra regione. È questo l’identikit del mototurista tracciato dalla Regione del Veneto e dal Motor Bike Expo della Fiera di Verona, attraverso un sondaggio effettuato lo scorso anno tra i partecipanti ai più importanti meeting motoristici delle due ruote in Europa: 750 interviste ad altrettanti motociclisti per sapere se conoscono l’offerta turistica del Veneto e quali sono le loro aspettative per una vacanza in moto.  Questa indagine conferma che quello generato dai biker è un movimento turistico “generoso”, con potenzialità di crescita, su cui vale la pena investire in termini di promozione e di rafforzamento dell’offerta veneta, già oggi riconosciuta tra le più interessanti in ambito continentale, ma che ha ancora notevoli margini di crescita.

61-2017 - Ass. Caner (a sx), Valente e Agnoletto presentanto Motor Bike Expo 2017

Di questo è certo l’assessore regionale al turismo, Federico Caner, che insieme al vicepresidente vicario di Veronafiere, Claudio Valente e all’organizzatore dell’evento Francesco Agnoletto, hanno presentato stamane il “Motor Bike Expo” edizione 2017, il più grande salone italiano dedicato alle moto speciali, alle custom e agli accessori, che si terrà nei padiglioni della fiera scaligera dal 20 al 22 gennaio prossimi.  “Il territorio veneto è assolutamente in grado di soddisfare quel desiderio di scoperta, esigente e originale, di chi viaggia in moto – ha detto Caner – e la partecipazione della Regione a questa iniziativa è un  segnale chiaro dell’interesse che riponiamo su questo e su altri segmenti turistici emergenti. La collaborazione con il Motor Bike Expo e la Fiera di Verona sta dando davvero buoni frutti, in termini promozionali nel circuito dei grandi meeting e saloni internazionali dedicati alla moto, ma anche di monitoraggio dell’evolversi della domanda di questi appassionati viaggiatori”.

L’indagine del 2016 ha rivelato che, dopo Venezia, la località turistica veneta più famosa tra i biker è il lago di Garda, citato dal 78% dei tedeschi, dal 52% degli austriaci e dal 48% dei francesi. Conosciute bene sono anche le spiagge e le città d’arte, in particolare Verona, Vicenza e Treviso, naturalmente collegate dal percorso pedemontano. “In sostanza – ha concluso l’assessore Caner – la ricchezza paesaggistica, culturale e artistica fanno del Veneto una delle mete più complete e appetibili per chi ama viaggiare nella libertà delle due ruote e offre delle straordinarie opportunità di scoperta anche al di fuori degli itinerari più conosciuti”.

DIVERSA-MENTE - A proposito di biker, vale la pena ricordare l'associazione culturale DIVERSA-MENTE che quest'anno sarà presente con un suo stand al Motor Bike Expo di Verona. Dal 20 al 22 gennaio, presso il Padiglione 3 - stand 2A della più importante fiera motociclistica d’Italia ci saranno i protagonisti di “Route 21 Chromosome on the road, il giro d’Italia in Harley Davidson che l’associazione realizza con amici resi speciali dalla sindrome di Down. Luca, Federico e Damiano daranno una mano al presidente, Gian Piero Papasodero, nella promozione delle attività dell’associazione, ma anche nella presentazione del libro “Con Piero in moto per l’Italia”, del quale Diversa-Mente è distributore ufficiale. Affiancheranno, infatti, l’autore Piero Vrenna nella promozione e vendita del libro che racconta il viaggio in Harley realizzato da Piero e Gian Piero nel 2013.

Con Piero in moto per l’Italia” è il diario di un viaggio speciale, di un sogno realizzato, di un’idea gettata lì quasi per caso che la forza di volontà e il supporto di amici veri hanno saputo trasformare in una grande avventura.  Il giro d'Italia in Harley Davidson realizzato nel 2013 da Piero Vrenna e Gian Piero Papasodero oggi è diventato un libro. Un diario scritto proprio dal protagonista, quel Pier Francesco Vrenna che una seria forma di disabilità non ha mai fermato o dissuaso dal realizzare i propri desideri. Il libro è edito dalla Csa Editrice e, come detto, distribuito dall'associazione Diversa-Mente, e racconta le mille esperienze fatte da Piero col supporto indispensabile del suo amico Gian Piero in un giro d'Italia lungo 4.000 chilometri e compiuto in 20 giorni.

copertina-libro-vrenna

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • "Strage di Santa Lucia" a Sommacampagna: il disastro aereo in località Poiane

Torna su
VeronaSera è in caricamento