Arrestato dalla polizia dopo aver tentato di dare fuoco a un’auto in sosta

Si tratta di un cittadino moldavo 31enne, il quale è stato sorpreso da un residente mentre cercava di dare fuoco ad una Merceds parcheggiata ed in seguito è stato arrestato dagli agenti delle Volanti intervenuti

Un moldavo 31enne è stato arrestato nella notte tra giovedì 12 e venerdì 13 ottobre dai poliziotti delle Volanti con l’accusa di “tentato incendio, resistenza e violenza a ufficiale”. Tutti i reati sono stati accertati dai medesimi agenti a seguito della segnalazione pervenuta al 113 da parte di un residente, il quale si era inizialmente posto all’inseguimento dell’arrestato, dopo averlo sorpreso mentre appiccava il fuoco alla ruota posteriore di un’autovettura parcheggiata in via Gaspare del Carretto.

Il tentativo fallito di incediare un'auto

Era quasi mezzanotte quando un rumeno, residente nella citata via, è disceso di casa per gettare il sacchetto dei rifiuti e suo malgrado si è imbattuto in un uomo, accovacciato a terra, il quale con la fiamma di un accendino stava dando fuoco ad alcuni cartoni sistemati sotto la ruota posteriore di un’autovettura Mercedes ML, col chiaro intento di incendiarla.

Quest’ultimo vistosi scoperto si è quindi dato alla fuga, venendo però inseguito a piedi dal cittadino rumeno. Il fuggitivo nell’intento di far perdere le sue tacce ha deciso di scavalcare la recinzione di un condominio sito nella vicina via Scopoli. Ne è nato un parapiglia nei pressi della cancellata del condomino, durante il quale il rumeno ha cercato di bloccare il fuggitivo trattenendolo per la gamba, ma si è poi visto costretto a rinunciare per effetto della reazione violenta di quest’ultimo.

La chiamata al 113 e le ricerche del fuggitivo

Il cittadino rumeno ha pertanto allertato la polizia attraverso il 113 e di li a poco sono giunte due pattuglie che hanno perlustrato la zona e finalmente rintracciato il fuggitivo, nascosto sotto una pianta del giardino del condominio dove si era rifugiato. Al cospetto degli agenti l’uomo ha opposto resistenza, sferrando nei confronti dei poliziotti calci e pugni. Una volta reso inoffensivo ed accertati i fatti accaduti è stato arrestato, mentre addosso gli agenti  gli trovato e sequestrato l’accendino con cui in precedenza aveva provato a dare fuoco alla ruota.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'arresto del 31enne moldavo

Dagli accertamenti effettuati sul posto, l’intestatario del veicolo in questione ha riferito di conoscere l’arrestato e che, probabilmente, il gesto compiuto era da attribuirsi a vecchi rancori e a dissidi privati. Nella mattinata odierna l’arresto è stato convalidato, mentre l’udienza per direttissima è stata differita al prossimo 11 gennaio 2018, considerata la richiesta dei termini a difesa. Nel frattempo l’arrestato, C. Ion., cittadino moldavo 31enne, è stato rimesso in libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

Torna su
VeronaSera è in caricamento