In tangenziale con la bici di notte: «Non sapevamo come andare a Jesolo»

Due giovani residenti a San Giovanni Lupatoto sono stati intercettati dagli agenti delle Volanti beriche, mentre percorrevano le gallerie della tangenziale sud di Vicenza in direzione Torri di Quartesolo

Immagine generica

«Non sapevamo come andare a Jesolo». Così "candidamente" si sono giustificati due ragazzi residenti a San Giovanni Lupatoto con gli agenti delle Volanti beriche, che li hanno fermati intorno all'una di notte mentre stavano percorrendo in bici le gallerie della tangenziale sud di Vicenza in direzione Torri di Quartesolo, senza illuminazione. 

Come riportano i colleghi di VicenzaToday, i due, uno di origine moldava e l'altro marocchina si sono avventurati lungo via Annecy dove sono sono stati fermati dai poliziotti e accompagnati verso la prima uscita, in Riviera Berica, tutto questo forse dopo essere stati mal "consigliati" dal navigatore e con una certa dose di incoscienza. 
Dopo essere stati multati di 137 euro ciascuno (al minorenne la notifica sarà inviata alla madre) per aver percorso una strada interdetta alle bici e aver viaggiato senza illuminazione, i giovani hanno fatto ritorno a casa. Si spera lungo strade più sicure ed idonee al loro mezzo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La città di Verona con le sue inestimabili meraviglie diventa protagonista in tv sulla Rai

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vince 75mila euro a L'Eredità e si taglia i capelli con Flavio Insinna

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

Torna su
VeronaSera è in caricamento