Alpina veronese morta in caserma a Belluno, «Troppi lati oscuri»

L'Osservatorio Militare e l'associazione L'Altra Metà Della Divisa chiedono di non cremare il corpo della trentenne e di indagare a fondo

Immagine generica

Non cremare il corpo ed indagare a fondo, è quanto chiedono l'Osservatorio Militare e l'associazione L'Altra Metà Della Divisa sul caso dell'alpina trentenne di origini veronesi trovata morta domenica 15 settembre nella caserma Salsa di Belluno.

In una conferenza stampa, riportata da Il Gazzettino, Domenico Leggiero dell'Osservatorio Militare e la psicolaga Rachele Magro de L'Altra Metà Della Divisa hanno espresso i loro dubbi sul suicidio della donna, sottolineando quelli che hanno definito i «lati oscuri» della vicenda. Non è chiaro, infatti, il motivo della presenza dell'alpina nella caserma, dato che a luglio era stata dichiarata temporaneamente non idonea al servizio. La donna doveva essere sottoposta ad un trattamento sanitario obbligatorio, che lei stessa ha evitato scegliendo il ricovero in ospedale per una settimana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Leggiero ha inoltre evidenziato che quest'anno sono già stati accertati 45 casi di suicidio nelle forze armate, un problema che andrebbe preso seriamente in considerazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

Torna su
VeronaSera è in caricamento