Fermata in stazione con più di due etti e mezzo di eroina: 17enne nei guai

La ragazza è finita nella rete dei controlli Polfer lo scorso fine settimana: il suo atteggiamento ha insospettito gli agenti, che hanno deciso di compiere verifiche più approfondite

La droga sequestrata dalla Polfer

Per le festività natalizie, la Polizia Ferroviaria per Verona ed il Trentino Alto Adige ha aumentato i controlli nelle stazioni, mettendo a segno un altro colpo contro il traffico di droga. 
Nello scorso fine settimana, il personale del Settore Operativo della Polfer di pattuglia presso lo scalo di Porta Nuova ha notato una ragazza che, dopo essere scesa da un treno regionale, ha cercato di disfarsi di un pezzo di carta quando ha avvistato il personale in divisa. Alle forze dell'ordine però non è sfuggito questo comportamento sospetto della giovane e l'hanno dunque fermata, recuperando il foglio gettato che è risultato essere un biglietto ferroviario valido per un treno che di lì a poco sarebbe partito dalla stazione di Verona.

Non essendo in grado di motivare il proprio comportamento, e visti anche i numerosi precedenti che aveva alle spalle, la ragazza è stata accompagnata negli uffici Polfer per controlli più approfonditi. Lì i sospetti dei poliziotti hanno trovato riscontro: la perquisizione infatti ha permesso di trovare un involucro in cellophane, contenente oltre due etti e mezzo di eroina pura, in possesso della giovane. 

La 17enne, cittadina italiana, al termine delle procedure di legge è stata tratta in arresto e, su disposizione del pm, condotta nell’istituto di detenzione per minori di Treviso. Convalidato l'arresto, nei suoi confronti è stata disposta la detenzione nel carcere minorile, in attesa del processo a suo carico. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • Un successo la spesa a Km Zero a domicilio dei produttori veronesi

  • Colpito dal Coronavirus, è morto il campione delle bocce venete Giuliano Mirandola

  • Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Torna su
VeronaSera è in caricamento