Polemiche fuori e dentro lo stadio: rifiuti, degrado e campo di gioco sotto accusa

I problemi da risolvere per la nuova amministrazione comunale nel quartiere dello Stadio sono molti e riguardano sia l'esterno che l'interno del Bentegodi

Si è disputata sabato sera la prima sfida ufficiale del Chievo Verona, mentre ieri, domenica 13 agosto, è andato in scena il primo match degno di nota dell'Hellas Verona. Entrambe le sfide hanno visto le due squadre veronesi vittoriose, entrambe si sono giocate allo stadio Bentegodi. E per una volta, gli occhi dei cittadini erano puntati non solo verso i propri beniamini, bensì anche verso le zolle del terreno di gioco.

Sì, perché dopo il mega concerto della popstar inglese Robbie Williams, il campo da gioco aveva subito innumerevoli danni e ne era conseguentemente nata una lunga polemica. Sul tema è voluto ritornare l'ex consigliere comunale Giorgio Pasetto, il quale in una nota spiega: "Situazione del Bentegodi? 1/2 campo in ottimo stato e 1/2 campo pronto per la semina delle patate! È a dir poco da provinciali iniziare la stagione con un terreno di gioco in queste condizioni! 278.000 euro + IVA spesi per avere un risultato insufficiente perché le due squadre della città possano partecipare al campionato di serie A!".

stadio bentegodi1

Una presa di posizione forte, corroborata dalle immagini che testimoniano certo di una non perfetta condizione del terreno del Bentegodi, perlomeno in una delle sue due metà. Ma quello della rizollatura non è l'unico dei problemi che la nuova amministrazione si trova a dover affrontare in zona Stadio. Al centro delle polemiche di queste ore vi è infatti anche la condizione all'esterno della struttura, con i tifosi gialloblu finiti sotto accusa per aver indiscriminatamente abbandonato rifiuti in strada. A sollevare il problema, così come riporta oggi L'Arena, è stato il consigliere di Verona Domani Claudio Volpato che riesiede proprio nel quartiere, chiedendo in Comune una maggiore cura per il decoro nell'area, specie dopo partite di calcio e grandi eventi.

Al momento, infatti, la maggiore attenzione da dedicare alle periferie che era stata rivendicata quale elemento cardine della campagna elettorale del nuovo Sindaco Federico Sboarina, non sembra aver ancora coinvolto un quartiere come quello dello Stadio. Molte aree soffrono di una scarsa illuminazione, soggetti "singolari" a tarda notte continuano ad aggirarsi specie proprio nei pressi del centro sportivo, così come anche di giorno non sono mancati episodi di microcriminalità e, infine, il fenomeno stesso della prostituzione in aree ben note è tutt'altro che scomparso. Bisognerà aspettare, almeno fino all'autunno, stando alle dichiarazioni dell'Assessore al Commercio e all'Arredo Urbano Francesca Toffali, la quale a L'Arena ha riferito di essere lei stessa residente nel quartiere e di aver quindi molto a cuore il problema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari lungo la Transpolesana: muore imprenditore

  • Ospedali di Borgo Trento e di Negrar al top in Veneto per il tumore al seno

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 febbraio 2020

  • In arrivo il nuovo centro di distribuzione di Amazon al confine con Verona

  • Rubavano dalla cassa del negozio per cui lavoravano: commesse in manette

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

Torna su
VeronaSera è in caricamento