Allo stadio in accappatoio: Daspo al tifoso? La questura smentisce

La notizia è circolata nella mattinata di mercoledì sul web, ma dalle forze dell'ordine arriva una secca smentita: nessun sostenitore dell'Hellas sarebbe stato raggiunto dal divieto di partecipare a manifestazioni sportive

Si era presentato ad Avellino, in occasione della partita dell'Hellas dell'11 febbraio, in accappatoio, ciabatte e costume: una goliardata che gli sarebbe costata un Daspo secondo le notizie circolate sul web.

Il sostenitore gialloblu sarebbe stato raggiunto dal divieto di partecipare a manifestazioni sportive dopo il match del Partenio-Lombardi, dove peraltro la formazione di Pecchia è stata battuta dai padroni di casa, ma dalla questura di Verona arriva una secca smentita. La portavoce degli uffici di lungadige Galtarossa infatti, dopo aver preso contatto con le forze dell'ordine di Avellino, ha negato che il tifoso protagonista dell'episodio, o qualsiasi altro veronese, siano stati colpiti dal provvedimento. 

L'immagine del supporter dell'Hellas tra l'altro aveva fatto il giro del web, "provocando" risate in tutte le zone della penisola. Ora invece le pagine social vicine al club di via Belgio si stringono attorno al tifoso veronese dimostrandogli solidarietà, ma a quanto pare sarà libero di andare ad incitare il "suo" Verona ogni volta che vorrà. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Strage di Santa Lucia" a Sommacampagna: il disastro aereo in località Poiane

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

  • "Cori razzisti". Un video mette i tifosi dell'Hellas ancora al centro della bufera

  • Droga, cellulari, manette e armi in casa: 38enne della Bassa arrestato

Torna su
VeronaSera è in caricamento