Convegno sul lupo spostato dalla Gran Guarda. La Paglia: "Colpa della Lega"

La giunta comunale di Verona aveva prima approvato che l'evento "Il ritorno del lupo" si tenesse nel Palazzo di Piazza Bra e poi ha cambiato idea. E la consigliera comunale di PD critica

"La giunta comunale, nella seduta del 26 marzo, ha espresso parere favorevole sulla concessione gratuita degli spazi richiesti al Palazzo della Gran Guardia per il convegno 'Il ritorno del lupo' di domenica 6 maggio". Questo si legge nella delibera della giunta del Comune di Verona di poco più di un mese fa. La concessione gratuita era destinata al Gruppo Cinofilo Verona Romano Sparapan per un evento di grande rilevanza e con ospiti di prestigio. Un convegno in cui discutere del ruolo del lupo nell'ecosistema della Lessinia e non solo.

A pochi giorni dalla data dell'evento, però, la giunta ha cambiato idea e il convegno non si potrà più svolgere alla Gran Guardia ed è stato spostato a Pescantina, a Villa Quaranta. Su questo cambiamento repentino e senza troppo preavviso si inserisce la critica del consigliere comunale del Partito Democratica Elisa La Paglia.

È accaduto che la Lega, che sulla paura del lupo campa da anni senza governare il fenomeno e senza risolvere i problemi degli allevatori, ha messo i bastoni tra le ruote alla sua stessa presidente della commissione animali Laura Bocchi, sostenitrice dell'evento, ponendo un veto a cui il sindaco Sboarina si è ossequiosamente adeguato - scrive La Paglia - Quindi le associazioni faranno il convegno in altra sede interamente a proprie spese. La versione ufficiale che viene fatta trapelare è ovviamente diversa, sta di fatto che dopo aver fatto passare mesi ad esaminare la richiesta e ad esperire la gara pubblica per la concessione gratuita della Gran Guardia, la giunta si è improvvisamente tirata indietro. Di che cosa ha paura la Lega? Forse che il tema del lupo in Lessinia venga affrontato con competenza e non per slogan? Che si scopra che il lupo ce lo hanno portato loro, i leghisti, per incassare i contributi europei? Che in Lessinia il branco di lupi sta crescendo in modo incontrollato cominciando a diventare un serio pericolo? Che non hanno saputo dare risposte alle legittime richieste degli allevatori? Che si scopra che la convivenza con il lupo è possibile con le opportune politiche? I problemi non si risolvono rinviandoli, ma di questo alla Lega importa poco perché è specialista nel campare sui problemi senza risolverli mai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Morto a 53anni sulla A22: forse un colpo di sonno la causa dello schianto

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Auto si schianta contro un tir sulla A22: perde la vita un uomo di 53 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento