Tentata estorsione via mail: «Paga o dico a tutti che visiti siti per adulti»

Due messaggi di posta elettronica sono stati inviati a Luisa Caregaro, moglie dell'avvocato Guariente Guarienti, il quale ha segnalato tutto alla procura e alla polizia postale

Hacker (Foto di repertorio)

È capitato a chiunque abbia un indirizzo di posta elettronica di ricevere delle e-mail indesiderate. Tecnicamente si chiama spam ed in genere è la stessa casella di posta a riconoscerlo in automatico e a metterlo nella cartella che si chiama proprio spam. Di solito, questi messaggi sono sgrammaticati, non sempre comprensibili, e dal contenuto che richiama il mondo dell'erotismo: ipotetiche ragazze arabe o dell'Est Europa che cercano un marito italiano, o fantomatiche pillole che aumentano la virilità maschile. Messaggi di posta elettronica da ignorare completamente perché nascondono delle truffe.

Non nascondevano alcuna truffa, invece, le mail indesiderate ricevute dalla cittadina veronese Luisa Caregaro, ex presidente del Partito Democratico in prima circoscrizione e moglie dell'avvocato Guariente Guarienti. Per il legale, infatti, i due messaggi ricevuti dalla moglie erano dei veri e propri tentativi di estorsione, come riportato da Giampaolo Chavan su L'Arena. Nelle due mail, infatti, ignoti hacker dicevano di aver violato il computer di Luisa Caregaro e di aver rubato la lista dei siti internet visitati dalla donna. Tra questi siti ci sarebbero stati anche siti per adulti e gli hacker minacciavano di divulgare questa imbarazzante informazione se la donna non li avesse pagati. Uno voleva essere pagato in bitcoin e l'altro in dollari.
Ovviamente, la storia dell'hackeraggio e del furto della lista dei siti internet era falsa, ma per Guariente Guarienti l'episodio rientra perfettamente nella casistica delle tentate estorsioni. Per questo, l'avvocato ha depositato in procura una denuncia contro ignoti ed ha anche segnalato l'accaduto alla polizia postale, i cui agenti dovranno impegnarsi per risalire all'identità degli estorsioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento