Spaccio in aperta campagna, coppia di pusher in manette

Continuo andirivieni di clienti tra Sorg ed Erb. Tra gli habitu anche una casalinga mantovana

Spaccio in aperta campagna, coppia di pusher in manette
Si nascondevano in piena luce. Spacciavano cocaina in aperta campagna, tra Sorgà e Nogara, per evitare sguardi indiscreti e controlli lampo dei carabinieri. In manette, nel weekend sono finiti due pusher di origine marocchina, un uomo, di circa 40 anni e una donna, 30enne, residenti a Nogara. Tra i loro compratori anche una casalinga mantovana. Poi operai, insospettabili ma anche giovani modaioli a cui, la polvere bianca, serviva come passatempo serale.

L’operazione dei carabinieri di Isola della Scala e Nogara, coordinati dal Comando stazione di Villafranca, è scattata una settimana fa. Nessuna base logistica per la coppia, il traffico avveniva all’aria aperta, nelle campagne tra Sorgà e Nogara, dove si davano appuntamento serale con i compratori che li contattavano al cellulare. La zona insospettabile e isolata era così diventata meta di un continuo andirivieni di auto e aveva cominciato ad insospettire i residenti della zona, che, la scorsa settimana, avevano cominciato a dare l’allarme ai carabinieri. Le indagini sono partite immediatamente con il monitoraggio a distanza delle aree segnalate e alcuni appostamenti notturni, sia in divisa che in borghese.

La retata definitiva è avvenuta venerdì scorso dopo aver blindato la zona campestre all’imbocco delle vie d’accesso: alla vista dei militari il fuggi-fuggi generale dei clienti. Uno di loro, lanciato a folle velocità per evitare l’arresto, è finito con l’auto fuori strada e ha continuato la sua corsa a piedi, nei campi, facendo perdere le sue tracce. Nella sua auto sono stati ritrovati 16 grammi di cocaina. In tre ore sarebbero giunte in Prefettura sei segnalazioni di consumatori trovati in possesso di alcune dosi. La coppia di marocchini è stata fermata poco dopo le otto di sera. In tasca avevano l’incasso della serata di spaccio, circa 2600 euro, a cui si sono aggiunti i 5mila ritrovati nella loro casa di Nogara.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in vigore la nuova ordinanza firmata da Zaia: cosa cambia a Verona

  • Coronavirus in Germania, la testimonianza di un veronese: «Niente quarantena e allarmismo in TV»

  • «A Verona 140 mila quintali di fragole da raccogliere: servono 3 mila lavoratori»

  • Coronavirus, nuovi casi positivi a Verona ma rallentano ricoveri e decessi

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Da Brescia a Verona, per 15 dottoresse ed infermiere "future spose" in regalo la torta

Torna su
VeronaSera è in caricamento