Spacciava hashish ai giovani di Isola e Bovolone, arrestato

In manette un 20enne marocchino. Nella tasca del giaccone aveva mezzo chilo di fumo

Spacciava hashish ai giovani di Isola e Bovolone, arrestato
La convinzione che Imad Oughni, 20enne, di nazionalità marocchina e residente a Isola della Scala, fosse dedito allo spaccio di stupefacenti era scaturita dalla sinergia tra i due Comandi di stazione di Sanguinetto e Bovolone, dove il giovane aveva messo in piedi la sua attività di pusher. Da circa un mese i due reparti dell’Arma avevano impegnato il personale in lunghi servizi di controllo durante i quali era emersa la certezza che il 20enne rifornisse i giovani di Isola, Bovolone e Sanguinetto.

Il sistema di consegna era semplice ma ben congegnato: a seguito di precedenti accordi, l’arrestato concordava l’ora di consegna ed il luogo, sempre nei pressi della propria abitazione, presentandosi all’appuntamento con lo stupefacente celato sulla persona. Mercoledì 9 i militari appostati, verso le 19, hanno notato il solito movimento e hanno deciso di intervenire con un controllo in auto dai colleghi di Bovolone. L’uomo, nelle tasche del giaccone, nascondeva 5 panetti di hashish,  confezionati per un peso complessivo di circa mezzo chilo.

I militari, coordinati da Paolo Sachar, il pm di turno, hanno poi perquisito la casa del giovane, dove sono stati rinevuti altri 24 grammi di "fumo". Stamattina il Gip, Laura Donati, ha disposto per lui la custodia cautelare in carcere a Montorio. Proseguono, intanto, gli accertamenti a carico di Oughni, per scoprire ulteriori elementi di prova tesi a dare maggior consistenza all’accusa di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento