Ragazzo di 28 anni spacciava ai minorenni di San Giovanni Lupatoto

Era stato segnalato più volte dai residenti della cittadina veronese mentre si accompagnava con alcuni giovanissimi. In casa i carabinieri gli trovano 154 grammi di marijuana e hashish. Arrestato e liberato

La droga sequestrata dai carabinieri di Verona

L'hanno bloccato poco distante da casa con un po' di "roba" ma il sequestro importante è avvenuto con la perquisizione. Le indagini sono partite tempo fa, fin dalle prime segnalazioni di alcuni residenti veronesi. Con l'accusa di detenzione e spaccio di droga è finito in manette un giovane di 28 anni originario di Lucca ma da tempo residente a San Giovanni Lupatoto. Lui era il responsabile di un giro di marijuana e hashish tra giovani, alcuni dei quali minorenni, che iniziava dal suo appartamento e finiva in un noto centro commerciale della zona. I carabinieri erano appunto stati messi sulla buona strada dai veronesi che lo notavano in compagnia di molti ragazzini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il blitz è scattato ieri pomeriggio, verso le 16e30, dopo alcuni servizi di osservazione e pedinamento che hanno consentito di comprendere il modus operandi del pusher: raccolte prove e testimonianze, il 28enne è stato bloccato e ha dovuto accompagnare i carabinieri nel suo appartamento. In casa il ragazzo teneva 154 grammi di marijuana e alcuni grammi di hashish e un bilancino di precisione. Arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, dopo una notte trascorsa nelle camere di sicurezza della caserma di via Salvo d’Acquisto, il giovane si è presentato davanti al giudice, Luciano Gorra, il quale, su richiesta delle parti, lo ha condannato, concedendogli il beneficio della sospensione condizionale della pena, a un anno e due mesi di reclusione, nonché a 4mila euro di multa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • Gardaland annuncia la data della riapertura ufficiale: attrazioni all'aperto tutte disponibili

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento