Sofia Righetti, campionessa di sci paralimpico, è la vincitrice del premio Giulietta 2015

La sciatrice di Negrar, verrà insignita del prezioso riconoscimento sotto il balcone di Giulietta in via Cappello per i suoi meriti sportivi ed etici

Venerdì 5 giugno, alle ore 19.00, sotto il balcone di Giulietta in via Cappello a Verona, sarà consegnato a Sofia Righetti, quale campionessa ai campionati italiani di sci alpino organizzati dalla Federazione Italiana Sport Invernali Paralimpici, il Premio Giulietta 2015.

Sofia Righetti, veronese di Negrar, medaglia d’oro in slalom gigante e medaglia d’argento in slalom speciale ai campionati italiani paralimpici di sci alpino, riceverà il prezioso Trofeo Giulietta come riconoscimento alla donna e alla carriera. Durante la cerimonia, verrà consegnata la statuetta dell'eroina shakespeariana, simbolo del noto Premio scaligero, realizzata dallo scultore Felice Naalin.
Il Premio Giulietta è nato nel 1991 con lo scopo di conferire un pubblico riconoscimento ai personaggi femminili che si sono distinti nel proprio campo, grazie all'impegno professionale e alla passione dimostrata.

Il Comitato del Premio Giulietta 2015 ha scelto di insignire l’atleta veronese per i suoi meriti sportivi ed etici. Sofia Righetti, che all’età di soli cinque anni perse l’uso delle gambe, ha saputo superare i propri limiti fisici, ottenendo brillanti risultati sportivi ed umani. Grazie a un carattere grintoso e a saldi ideali, ha unito la passione per lo sport a un rispetto totale e incondizionato per la vita umana. Relatrice a molteplici incontri universitari, ha interloquito più volte sul tema della disabilità, proponendola come mera caratteristica fisica e non come limite alla propria felicità e al raggiungimento degli obiettivi personali.

Grazie alla sua grande capacità comunicativa e ai notevoli risultati raggiunti in ambito sportivo, Sofia Righetti è divenuta esempio di una nuova concezione di disabilità, intesa non più come limite ma come potenzialità. Oggi il suo nome si aggiunge alla galleria di donne straordinarie che, a partire dal 1991, hanno ricevuto il Premio Giulietta: Carla Fracci, Silvana Giacobini, Mariele Ventre, Manuela Di Centa, Cecilia Gasdia, Anna Fendi, Tiziana Ferrario, Paola Pezzo, Moira Orfei, Alda Merini, Licia Colò, Gigliola Cinquetti, Federica Pellegrini, Katia Ricciarelli, Sara Simeoni e, infine, Maria Giovanna Elmi.
Il Premio Giulietta gode del patrocinio di Comune di Verona, Provincia di Verona e Regione del Veneto.

Nel corso della cerimonia sarà consegnato anche il Premio Speciale Maria Callas, istituito per evidenziare voci emergenti nel campo della lirica all'interno del panorama italiano. Il Premio Maria Callas 2015 è stato conferito al mezzosoprano Elena Serra. Dopo aver studiato canto e violino all’Accademia Internazionale della Musica di Milano, si è diplomata presso il Conservatorio Bonporti di Riva del Garda. Fin da piccola ha studiato con prestigiosi insegnanti al Teatro Alla Scala e ha partecipato a numerosi concorsi, ottenendo importanti riconoscimenti. Nel 2000 ha intrapreso una ricca attività artistica, preludio di una prestigiosa carriera. Tra i ruoli ricoperti, Maddalena in Grigoletto nel 2011 a Pesaro, Carmen di Bizet al teatro Smeraldo di Milano, Amneris in Aida al Teatro Filarmonico. Tra i più recenti successi, ha registrato con l’Orchestra Philharmonique de Monte Carlo un CD su musiche del Premio Oscar Luis Bacalo. Nell’agosto dello scorso anno ha impersonato Gertrude in Romeo et Juliette di Gounod all’Arena di Verona.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Scatta a Verona il piano anti allagamenti: «Vogliamo diventino un ricordo»

  • Attualità

    Più grandi e con molte novità: al via sabato i Mercatini di Natale in città

  • Incidenti stradali

    Finisce a terra con lo scooter: 54enne portato in codice rosso in ospedale

  • Cronaca

    Bodybuilding e doping: ex campione del mondo veronese finisce in manette

I più letti della settimana

  • Sesso orale sulla panchina del parco: due giovani finiscono in manette

  • Violento scontro auto-moto: perde la vita un 24enne

  • McDonald’s apre un nuovo punto a San Bonifacio e cerca 50 dipendenti

  • Morto in un tragico incidente, verranno donati gli organi di Alessandro

  • Bimbo di 3 anni si rovescia addosso pentolino pieno d'acqua bollente: ricoverato a Verona

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 9 all'11 novembre 2018

Torna su
VeronaSera è in caricamento