Concerto e calcio, sequestrati 650 articoli abusivi in un giorno

Sito web del Comune in tilt per la simultanea ricerca di informazioni legate alla partita dell'Hellas e al concerto degli One Direction: oberato di accessi il sistema di telecamere

I fans scatenati in piazza Bra a Verona per il concerto degli One Direction (foto web)

Oltre 650 articoli, tra magliette, occhiali, sacche, ombrelli, impermeabili ed altri prodotti promozioni, sono stati sequestrati dalla polizia municipale nella giornata di ieri, nell’ambito dei servizi di controllo attivati per il concerto degli One Direction in Arena. Sequestrati, inoltre, tre banchi mobili e fermati complessivamente 15 venditori abusivi, per la maggior parte italiani e già conosciti per analoghe attività. “Si è trattato di un evento di portata pressoché unica, sia per l’adesione sia per la concomitanza con i festeggiamenti per la promozione dell’Hellas Verona” ha dichiarato il Comandante della Polizia municipale Luigi Altamura che, durante la conferenza stampa di questa mattina, ha anche ringraziato tutto il personale “per aver affrontato con dedizione e professionalità questi appuntamenti, facendo squadra anche al prezzo di sacrificare ore di riposo con figli e famiglia”.

Intensa, infatti, è stata l’attività svolta dalla Municipale nel fine settimana, considerato che nella giornata di sabato, alla mattina, si è svolto regolarmente il mercato dello stadio e, nel pomeriggio, sì è tenuta al Bentegodi la partita per la promozione, al termine della quale, con l’accesso dell’Hellas in A, si sono riversati in piazza Bra numerosi tifosi per i festeggiamenti durati fino a tarda notte in sostanziale continuità con il concerto One Direction, che ha visto i primi fans in coda ai cancelli già dalle ore 3e30 del mattino di domenica. Tutto l’evento si è svolto regolarmente e senza incidenti, con una partecipazione fuori da ogni previsione. Oltre all’Arena, infatti, anche piazza Bra era gremita di fans provenienti da tutta Italia: un’ottantina i bus arrivati in città in aggiunta al traffico privato, che ha portato al completo esaurimento dei posti disponibili in tutti parcheggi del centro. Infine, la simultanea ricerca d’informazioni sul sito del Comune di Verona, da parte di numerosi tifosi e fans, ha portato ad un momentaneo blocco dei sistemi informatici comunali: in più momenti, infatti, la banda che trasmette via internet le immagini delle telecamere è stata saturata dalle richieste dei visitatori. Solo sul sito web della polizia municipale è quadruplicato il numero di accessi e pagine visitate, con punte di quasi 5mila visitatori nella giornata di venerdì.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento